Follow by Email

sabato 8 dicembre 2012

SMANTELLAMENTO DELLA CENTRALE NUCLEARE: I SINDACI SCRIVO E CHIEDONO.....CHIARIMENTI!!




CENTRALE Nucleare, chiesti chiarimenti
dai Sindaci. Dopo le notizie grande è stata
la preoccupazione e l’allarme destato nelle
popolazioni locali circa le notizie diffuse
unitamente alla comunicazione di una presunta inchiesta giudiziaria aperta dal Tribunale di Santa Maria Capua Vetere in merito
all’impianto stesso che ha comportato l’in -
tervento della Guardia di Finanza riportando alla luce interrogativi ed argomentazioni
che da sempre sono state oggetto di dibattito
e di discussione circa il cessato funzionamento e successivo smantellamento nonché
relativi riflessi sulla salute dei
cittadini e sull’ambiente circostante. In una nota congiunta firmata dai Sindaci di
Castelforte, Patrizia Gaetano,
di Minturno, Paolo Graziano
e di Santi Cosma e Damiano,
Vincenzo Di Siena, ed indirizzata alla Sogin e per conoscenza al Ministero dell’Ambiente, ai rispettivi assessorati delle Province di Caserta e Latina, ai Prefetti delle due Province, al
Sindaco di Sessa Aurunca, sono stati richiesti chiarimenti urgenti in merito alla notizie
diffuse a mezzo stampa ed in particolare
allo stato della sicurezza dell’impianto e
delle programmate operazioni di decommissioning, anche in relazione al tavolo della trasparenza
tenutosi lo scorso 27 novembre presso la Centrale Nucleare del Garigliano a cui
avevano partecipato delegazioni dei tre comuni costituite dal Sindaco Gaetano,
dall’Assessore Terillo e dal
Consigliere Ciorra per Castelforte, dal delegato Caruso
per Minturno e dal Vice Sindaco Petruccelli e dal delegato Borrelli per
Santi Cosma e Damiano, dove erano state
fornite rassicurazioni ed informazioni di
tutt’altro tenore rispetto a quelle apparse
sulla stampa.
I sindaci, inoltre, nel sollecitare l’im -
mediata apertura di un tavolo istituzionale per chiarire la situazione hanno fortemente evidenziato la necessità
di aver un’informazione costante e
continua delle operazioni previste
nell’immediato futuro anche in funzione del loro obbligo di tutelare la
salute dei cittadini e di vigilare sul
rispetto delle norme ambientali. I primi cittadini, infatti, pur non volendo
prestare il fianco ad allarmismi inutili
e dannosi per tutti, ritengono tuttavia
primaria e fondamentale la corretta e
soprattutto veritiera informazione
verso i cittadini, rivendicando il loro
diritto a conoscere la verità quali
attori e protagonisti principali del
territorio.

Nessun commento:

Posta un commento