Follow by Email

mercoledì 5 dicembre 2012

CASTELFORTE: ANCORA VOCI A SOSTEGNO DELL'IPOTESI DI CONFERIRE I RIFIUTI A SAN VITTORE







«IL Comune di Castelforte ed
altri viciniori, essendo presente nella nostra zona ditta
autorizzata allo stoccaggio e
trattamento di rifiuti nonché
alla produzione di CDR, possono conferire il rifiuto indifferenziato non più nella discarica di Borgo Montello ma
in loco e conseguentemente il
CDR prodotto viene trasferito al termovalorizzatore di
San Vittore l'unico impianto
più vicino al nostro Comune,
in quanto la provincia di Latina ne è sprovvista». Michela
Terillo, assessore all'ambiente del Comune di Castelforte,
interviene nella diatriba sorta
tra il presidente del consiglio,
Gianpiero Forte e l'assessore
provinciale Gerardo Stefanelli, il quale la settimana
scorsa è stato protagonista di
una discussione un pò troppo
«accesa» nel vertice svoltosi
nel municipio di Castelforte.
La Terillo ha precisato che
nessuno, compreso il presidente del consiglio Gianpiero
Forte, ha messo in discussione il fatto che il Comune non
può trasferire direttamente al
termovalorizzatore di San
Vittore del Lazio i rifiuti solidi urbani raccolti, in quanto le
fasi relative al trattamento
rientrano nella logica del
mercato libero e quindi della
libera concorrenza tra soggetti economici privati. «Le iniziative e l'intervento del presidente del consiglio Gianpiero Forte - ha affermato la
delegata del sindaco Patrizia
Gaetano - pienamente condivise dalla giunta e da tutti i
consiglieri, riguardano e attengono a tutt'altra problematica sui rifiuti. Con l'applicazione del principio di prossimità previsto e prescritto
dalla normativa vigente comunitaria e nazionale ed in
base alla quale con il piano
dei rifiuti approvato dalla Regione Lazio, diversi Comuni
del sud pontino compreso Castelforte, rientrano nell'ATO
di Frosinone; quindi è permesso lo smaltimento dei rifiuti ed il recupero dei rifiuti
urbani indifferenziati in uno
degli impianti idonei più vicini ai luoghi di produzione o
raccolta, al fine di ridurre i
movimenti dei rifiuti stessi,
tenendo conto del contesto
geografico ed utilizzando
metodi e tecnologie più idonee a garantire un alto grado
di protezione dell'ambiente e
della salute pubblica». In virtù di ciò, ha poi aggiunto
l'assessore, ed essendo presente nel sud pontino una ditta autorizzata allo stoccaggio
e trattamento di rifiuti nonché
alla produzione di CDR, è
possibile conferire il rifiuto
indifferenziato a San Vittore
del Lazio, con riduzione dei
costi e benefici per i cittadini
di Castelforte. «L'unico intento - ha concluso Michela
Terillo - obiettivo del presidente del consiglio Gianpiero
Forte e dell'Amministrazione
è quello di ottenere, con l'azione posta in essere nel rispetto delle leggi vigenti in
materia, di migliorare il servizio di raccolta dei RSU nel
nostro Comune e di ridurre il
più possibile i relativi costi
nell'esclusivo interesse dei
cittadini».

Nessun commento:

Posta un commento