Follow by Email

venerdì 7 dicembre 2012

CIORRA E CARDILLO INCALZANO LA MAGGIORANZA SUL PROBLEMA RIFIUTI!




SINDACO e maggioranza
inadeguati. A dichiararlo sono i consiglieri di minoranza
del Comune di Castelforte,
Paolo Ciorra e Giancarlo
Cardillo, che chiedono chiarimenti su rifiuti, alloggi popolari e residenze. Su quest’ultimo argomento Ciorra e
Cardillo sottolineano come
su un problema così importante ci sono idee contrastanti all’interno della maggioranza. «Il possibile trasporto
dei rifiuti a San Vittore (20
km) - hanno affermato i due
esponenti di opposizione -
anziché a Borgo Montello
(110 km), dovrebbe vedere
tutti impegnati a trovare una
soluzione che porterebbe anche ad un alleggerimento
della tassa per i cittadini; invece ci si riferisce addirittura
di scontri che vedono su posizioni opposte il sindaco,
spalleggiato da un assessore
provinciale, e il presidente
del consiglio. Per quanto ci
riguarda riteniamo la possibilità di un sito di trasferenza
dei rifiuti molto più vicino
una ipotesi da perseguire e ci
domandiamo anche cosa ci
sia dietro la rigidità del sindaco e dell’assessore provinciale nell’opporsi a tale possibilità». Per Ciorra e Cardillo inoltre è necessario un
serio accertamento sugli alloggi popolari assegnati e
sulle residenze, poichè «non
è tollerabile che ci possano
essere persone risultanti residenti a Castelforte e che non
lo siano affatto, cosa che,
come prima conseguenza, altera il risultato elettorale. Alcune voci di bilancio - hanno
proseguito - relative a finanziamenti previsti e non arrivati, come il premio Suio,
come verranno pagate? Perché non è stato sistemato con
l’assestamento? Ovviamente
perché il tutto verrà pagato
con le risorse del bilancio
comunale. Al più presto presenteremo un’i n t e r r o ga z i o n e
al sindaco dove chiederemo
le spese che si sono rese
necessarie per lo
svolgimento del
suddetto premio,
come sono state
pagate e chi ha
svolto il tutto.
Come mai - hanno concluso i due
consiglieri di opposizione - la cosiddetta “fi l i e r a ”,
tanto decantata e
assicurata in campagna elettorale,
non funziona per
il nostro Comune
pur avendo tanti
“padrini” in Regione e in Provincia?»

Nessun commento:

Posta un commento