Follow by Email

lunedì 3 dicembre 2012

castelforte: LE RIFLESSIONI DI CARDILLO






GIANCARLO Cardillo, dirigente del PD
di Castelforte e regionale appartenente all'
area Giovanni Bachelet, espone alcune
riflessioni politiche di ampio respiro: «La
politica in questo nostro tempo ha, per
davvero, bisogno di una scossa capace di
ridarle il ruolo e la funzione che deve
avere. Purtroppo gli anni del berlusconismo hanno completato, peggiorandolo
ulteriormente, quanto gli anni finali della
prima repubblica ci avevano fatto vivere.
La crisi morale si è talmente ampliata che
ha toccato tutti gli ambieti e tutti gli strati
sociali tanto che oggi la classe politica
nazionale risulta, purtroppo, quasi completamente formata da soggetti che non
hanno credibilità. Parlare di politica oggi
è diventato difficile. Molti, troppi, sono
sempre più lontani dalla politica che è,
invece, ’un prendere a cuore’ i problemi
della nostra società e soprattutto dei deboli e degli ultimi, di quanti sono considerati
‘nulla’. Quando, infatti, si tenta di coinvolgere persone di qualsiasi stato sociale
o i giovani si registrano rifiuti garbati ma
fermi e decisi. La politica, quest'arte antica e nobile di interessarsi del bene comune è ritenuta qualcosa di sporco, qualcosa
di losco, qualcosa che serve solo a perseguire interessi personali. E' arrivato, credo, il tempo nel quale chi ha l'ambizione
di porsi al servizio della comunità lo
debba fare nella chiarezza e nella trasparenza. Chi pensa, perciò, di dedicarsi alla
politica deve farlo con costanza, giorno
per giorno, seguendo i vari problemi del
territorio con costanza. Non abbiamo bisogni di salvatori della Patria. Abbiamo,
invece, bisogno di appassionati della politica che, gratuitamente e volontariamente, si dedicano al servizio degli altri e della
collettività. Dobbiamo, però, dire basta ai
carrieristi di professioni, ai ‘disoccupati
figli di papà’ che ne vogliono fare una
professione. E' giunto il tempo, ed è
questo, nel quale fare politica deve signifcare mettersi a disposizione con spirito di
servizio autentico. In questo contesto, il
ruolo dei partiti è fondamentale...». Cardillo, che è stato il più votato nelle ultime
competizioni sia nelle elezioni che in tutte
le primarie che si sono tenute, evidenzia
come il ruolo del PD sia determinante in
questa fase «di ricostruire la fiducia della
gente verso la politica». «Dobbiamo costruire una politica nuova che accantoni i
rancori, i dissapori personali, le lotte intestine per dare forza ad un partito nuovo
con uomini liberi e idee innovative. Il
momento è grave e non possiamo perdere
più tempo. Di mezzo c'è il futuro nostro e
dei nostri figli. Anche io sono a disposizione del partito. Un partito che deve
realizzare dibattiti trasparenti. Di questo
mi farò portavoce e quindi promuoverò un
incontro con tutta la mozione Bachelet
della provincia. Lo farò come membro
dell'assemblea regionale del PD, consigliere comunale e membro del direttivo
locale del partito».

Nessun commento:

Posta un commento