Follow by Email

venerdì 28 settembre 2012

SCANDALO REGIONE LAZIO: COME IL PD UTILIZZA I FONDI REGIONALI, SICURAMENTE UNA PARCELLA ALL'AVVOCATO MANSUTTI, CONSIGLIERE PD DEL CAPOLUOGO!





Quello del Pd è un modo
senz’altro più elegante di
spendere le risorse pubbliche
rispetto alle vacanze di Fiorito in Sardegna, ma i 12.000
euro pagati alla Interservice
per un convegno sulla situazione economica della pro
vincia di Latina, peraltro
ospitato gratis all’interno di
un istituto scolastico, non
passano inosservati. Come
pure gli ultereiori 4.160 euro
pagati ancora ad Interservice
per una iniziativa-dibattito
con la rivista Limes. E la
poliedrica Interservice ha riscosso anche 8.640 euro per
l’affissione di manifesti a Latina. Un oltraggio agli attacchini elettorali, visto che la
spesa complessiva sostenuta
dal Pd regionale per la stampa
di manifesti destinati a Latina ammonta a 38.918 euro.
E alla vigilia di Natale
2010 un convegno, stavolta sui bilanci della
Regione Lazio, si
può fare al ristorante: 4.400 euro
da Barbitto a
S   e   z z   e   .
Un’u m i l i azione per il
pranzo di lavoro di Galetto da Pietro il pescatore, costato appena 810 euro.
Ma lo scivolone più vistoso,
anche per l’in suc ces so
dell’iniziativa, è la consulenza legale fornita al gruppo
regionale del Pd, forse a margine di uno dei ricorsi intentati da Claudio Moscardelli
(avvocato pure lui) contro
l’incompatibilità di Giovanni
Di Giorgi: se di quello si è
trattato, è una causa persa
costata 5.350,34 euro, l’am -
montare della parcella pagata
all’avvocato Maurizio Mansutti, consigliere comunale di
Latina. Del Pd, of course.
E un capitolo a parte meritano i manifesti e gli stampati
che il Pd ha speso su un tema
che si sarebbe rivelato fatale:
i tagli della Regione Lazio.
Tremilasettecentoventi euro
di carta da affissione per denunciare i tagli di risorse in
alcuni settori cruciali per il
territorio. A nessuno è venuto
in mente, nemmeno in casa
Pd, che con i 14 milioni destinati alle spese pazze dei gruppi consiliari si poteva senonaltro tamponare qualche
grossa falla. Ma il senno di
poi è materia di scarto, e
soprattutto non si può fatturare.
DA LATINA OGGI DEL 26.9.12

Nessun commento:

Posta un commento