Follow by Email

sabato 22 settembre 2012

CERIMONIA DI INTITOLAZIONE DEL POLIAMBULATORIO DI SANTI COSMA E DAMIANO A RAFFAELE IONTA.




Nel pomeriggio di oggi, presenti i familiari del medico prematuramente scomparso in un incidente stradale sei anni fa, nell’atrio del poliambulatorio di via Risorgimento è stata scoperta una targa marmorea a ricordo del dr.Raffaele Ionta.
Ai saluti del sindaco Vincenzo Di Siena, sono seguiti quelli del  direttore del distretto Formia Gaeta, dr.Antonio Graziano, che è voluto ritornare a ribadire quella che è la versione dell’Azienda sull’attuale polemica riguardante l’odontoiatria.
A tracciare le note biografiche del medico è stato chiamato il prof.Almerindo Ruggiero, suo professore a scuola e amico di famiglia.
L’intervento centrale, però, è stato quello del direttore sanitario dell’azienda Latina, il dr. Ennio Cassetta, in una veste molto particolare,  in quanto anche zio diretto del dr.Ionta.
Ha ripercorso la storia del “poliambulatorio”, che ha “ospedaletto” in legno,  affidato alla gestione della parrocchia locale, in cui quelli della sua età si erano sentiti protagonisti della loro formazione sociale e culturale, edificato negli anni novanta, è divenuto punto di riferimento  indispensabile per un intero comprensorio, arricchendosi  sempre di più di nuovi servizi.
Ha concluso il suo intervento tra la commozione generale con una metafora annotata nei giorni successivi al dramma che aveva colpito la sua famiglia: il nome di Raffaele scritto sulla sabbia era scomparso nello spazio di una notte, ma il suo ricordo sarebbe stato scolpito nell'animo  di un’intera comunità per sempre.

Nessun commento:

Posta un commento