Follow by Email

venerdì 28 settembre 2012

SANTI COSMA E DAMIANO: UN LAGER DI CANI E GATTI IN VIA PERUSI!






CANI e gatti affamati che
vivono in condizioni di
estremo degrado ed abbandonati al loro destino. Questo è
lo spettacolo
che si presenta
nei pressi di
un'abitazione di
vico Perusi, in
territorio di
Santi Cosma e
Damiano. Da
qualche giorno
questi cani vagano intorno e
all'interno di
un' abit azio ne,
dove l'igiene è
soltanto un ricordo, con disagi per gli abitanti circostanti,
decisi a voler
tornare a vivere
una vita normale. La vicenda ha avuto
inizio non appena la proprietaria dell'abitazione,
una pensionata 75enne, si è
trasferita al nord con la
figlia. Un trasferimento resosi necessario dopo il peggioramento delle condizioni dell'anziana donna, reduce da una frattura al
femore. L'anziana, che accudiva una ventina di cani e
quattro gatti, proprio perchè necessita di cure continua si è quindi trasferita nel
nord Italia, in casa di familiari. Il problema ora è costituito dai cani, rimasti
senza assistenza e anche
senza mangiare. «Addirittura -hanno riferito alcune
persone che abitano nella
zona- si aggrediscono tra
loro, perchè non hanno da
mangiare. Uno dei cani è
rimasto seriamente ferito in
seguito ad un'aggressione
subita dagli altri. Senza
Santi Cosma e Damiano, la situazione igienica è ormai al limite. Interessati carabinieri e Asl
Un lager di cani e gatti
Ventiquattro bestiole lasciate in totale abbandono e rinchiuse in un cortile
contare poi la situazione
igienica diventata insopportabile. Sono stati informati tutti gli enti preposti a
cominciare dal Comune,
Asl e carabinieri, ma qui
non si vede nulla, a parte
qualche sopralluogo e qualche pezzo di pane lasciato.
Di notte è un continuo abbaiare di questi cani, che
non possono essere lasciati
in queste condizioni». Negli spazi dove circolano gli
animali si trovano escrementi disseminati da più
parti, ma anche all'interno
dell'abitazione la situazione non è delle migliori. Un
esposto è stato inviato ai
carabinieri, al Comune e
alla Asl, che hanno effettuato un sopralluogo e si
attendono provvedimenti
sia di carattere igienico, sia
per trovare una sistemazione agli animali, i quali, sino
a che la proprietaria dell'abitazione è stata in salute,
sono stati nutriti con le
crocchette. Ora hanno a disposizione qualche pezzo
di pane, ma certamente non
basta per sfamare un branco di cani che si possono
notare anche dall'esterno
della recinzione. Proprio
nei giorni scorsi il Comune
aveva lanciato la campagna
adotta un cane e in tre anni
ogni cittadino che si sarebbe preso cura di un esemplare avrebbe ricevuto un
incentivo di circa 1200 euro. A quelli in custodia nei
canili ora si aggiungono
questi altri venti, per i quali
urge un intervento. Della
vicenda intanto sono state
informate associazioni di
animalisti e anche Striscia
la notizia, nella speranza
che la vicenda trovi una
degna conclusione. Il sindaco L’altra sera il sindaco
Vincenzo Di Siena ha
emesso un’ordinanza di rimozione dei cani notificata
alla pensionata.
DA LATINA OGGI DEL 27.9.12

Nessun commento:

Posta un commento