Follow by Email

mercoledì 27 febbraio 2013

UNA "BETTOLA" IN SALSA PONTINA: NON SOLO MARANOLA, MA ANCHE I COMUNI IN CUI I SINDACI SONO ESPRESSIONE DELL'UDC!!!









SARA' STATA UNA LIBERAZIONE PER ALCUNI CITTADINI DEL GOLFO QUESTA TORNATA ELETTORALE: CHE IL PDL SI CONFERMASSE IN TERMINI ASSOLUTI IL PRIMO PARTITO CI POTEVA PURE STARE, MA CHE L'UDC VENISSE SURCLASSATA DAL MOVIMENTO 5 STELLE ERA UN QUALCOSA CHE NON SFIORAVA LA MENTE NEMMENO AL PIù CONVINTO SUPPORTER, ANCHE SE ERA LA GENTE A FERMARLI E A MANIFESTARE IL PROPRIO CONVINCIMENTO E LA PROPRIA FIDUCIA NEL MOVIMENTO DI PEPPE GRILLO. VEDERE L'UDC INDIETRO, E DI PARECCHIO PROPRIO NEI COMUNI IN CUI I SINDACI SONO ESPRESSIONE DI QUELLA FORZA POLITICA, SIGNIFICA CHE I TEMPI SONO PROPRIO CAMBIATI!!!!!! E QUESTO è SOLO L'INIZIO!


NELLA parte amara e goliardica insieme
che resta di queste elezioni c’è spazio per
Bettola (provincia di Piacenza) e per
Maranola (provincia di Latina).
Il candidato premier del centrosinistra apparentemente
condannato a vincere le politiche
2013 ha, invece, perso pure nella sua città
Bettola, un grazioso posticino al nord
dell’Italia di poco più di 3000 anime.
Gli amanti delle analogie hanno trovato una Bettola pontina. A Maranola, un altro gioiellino questa volta
della costa tirrenica considerato feudo di Michele Forte, del figlio Aldo
(candidato alla Camera) e dunque
dell’Udc. E Forte non ha vinto neanche a Maranola. Delle due l’una: o
questa volta i luoghi natii e il romanticismo hanno dato forfait o lo hanno
fatto gli elettori. Per la matematica
vale la seconda. A Maranola l’Udc è
stata sfacciatamene superata dal Pdl,
e fin qui nulla di nuovo essendo
questo saldamente il
primo partito in
quella città da molto
tempo, ma anche dal
Movimento Cinque
Stelle. In un paio di
sezioni simbolo
dell’impero dei Forte, la 14 e la 18, il
Pdl ha dato scacco
(275 contro 195 e
322 contro 101 alla
Camera) mentre
Grillo si è comunque attestato molto
sopra l’Unione di
Centro. Va ricordato
che Michele Forte,
fino a due giorni fa
padrone incontrastato di preferenze
in quella zona della
città, è il sindaco in
carica di Formia, ormai in scadenza e in
procinto di ricandidarsi per svolgere lo
stesso ruolo alle amministrative di maggio. Però... neppure
Maranola lo ha premiato, la culla
dell’Udc dell’intera
provincia di Latina,
il borgo che per tre
giorni all’anno diventa un Presepe vero e che promana
potere politico come pochi altri «piccoli luoghi». E forse è proprio il
virus dei piccoli centri del cuore che
ha colpito ed ha affrancato pure
questa frazione collinare di seimila
anime (tutto compreso) al fascino di
un comico che ha bucato il video,
internet, la tv , i giornali e tante
schede elettorali.
Capita. E’ successo pure a Bersani
nella «sua» Bettola non poteva succedere a Maranola?
DA LATINA OGGI DEL 27.2.13


DIFENDIAMO LE FAMIGLIE E I DEBOLI: MAI SLOGAN FU PIU' FELICE, NON GLI RESTA CHE DIFENDERE SE STESSI!!!!!

Nessun commento:

Posta un commento