Follow by Email

martedì 26 giugno 2012

TIERO: IL GAC PER L'ECONOMIA LOCALE RAPPRESENTA UN'OPPORTUNITA'

 L’Assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Provincia di Latina Enrico Tiero esprime soddisfazione per la comunicazione inviata dalla Regione Lazio- Direzione Agricoltura sulla ricevibilità del Piano di Sviluppo Locale del GAC Gruppo di Azione Costiera “ Mar Tirreno Pontino e Isole Ponziane”



“E’ stato premiato in questa fase il lungo e laborioso lavoro di ricerca avviato con le assemblee nei 9 Comuni aderenti alla quale hanno partecipato oltre 200 soggetti tra pescatori,Cooperative e Consorzi, Associazioni di Categoria, Sindacati di Categoria, Enti Pubblici compreso la Camera di Commercio di Latina, il Consorzio Industriale Sud Pontino, l’Istituto Professionale Caboto, il Parco degli Ausoni e gli stessi amministratori dei Comuni interessati”, tiene a evidenziare l’assessore Tiero, il quale richiama il ruolo propositivo e collaborativo degli Uffici del suo Assessorato che si sono prodigati per definire le complesse documentazioni degli atti dei Comuni e dei soggetti beneficiari.
Il Presidente del GAC Mauro Macale e il Consorzio Invenio hanno attivamente collaborato per la stesura e la valorizzazione dei progetti anche grazie all’attivismo delle stesse Associazioni di categoria e degli Enti.
L’assessore Tiero nel sottolineare che la ricevibilità è un primo importante passo per il prosieguo della verifica, auspica che da parte della Regione Lazio si manifesti disponibilità alla comune verifica delle schede progettuali proposte per il riconoscimento del PSL e per l’ottenimento del finanziamento previsto di oltre 870.000 Euro.
Il Presidente del GAC Macale ribadisce che i progetti puntano alla valorizzazione dell’economia del mare sottolineando il ruolo centrale dei pescatori e delle Cooperative che operano nell’area del GAC, in una fase di difficoltà oggettive che l’intero comparto sta attraversando non solo in provincia di Latina ma nelle zone costiere del nostro Paese dove, come è noto, l’Italia è dipendente per 8 mesi l’anno del pescato fresco proveniente da altri paesi Comunitari e non.
“La Provincia di Latina- conclude Tiero- in tal senso si attiverà per migliorare le condizioni delle strutture di immagazzinamento e conservazione del pesce e nella realizzazione della filiera dei prodotti ittici nell’ambito della valorizzazione dei prodotti agro-alimentari del territorio. Con queste premesse si è in fiduciosa attesa delle decisioni che la Regione Lazio assumerà rispetto all’impianto generale del piano di Sviluppo locale e nel merito dei singoli progetti.”

Nessun commento:

Posta un commento