Follow by Email

venerdì 15 giugno 2012

CHIESA SENZA AGIBILITA'. RISPONDONO I PROGETTISTI ALL'AVVOCATO PONTECORVO


TUTTA la verità sulla chiesa di Sant'Antonio

di Campomaggiore di Santi Cosma

e Damiano. L'hanno raccontata con

una lettera inviata alle autorità competenti

gli architetti Elodia Rossi e Franco

Lombardi, i progettisti del futuro nuovo

luogo di culto che dovrebbe sorgere

nello stesso posto dove si trova la chiesa

attuale. Le affermazioni dell'avvocato

Cosmo Damiano Pontecorvo, che annunciava

il mancato abbattimento della

chiesa, sono state smentite dai due progettisti,

che, tra l'altro, si sono sentiti lesi

nella dignità professionale, ma hanno

rimarcato che la nuova struttura sarà

fatta. «La notizia - hanno detto gli architetti

Rossi e Lombardi - che la chiesa non

sarà abbattuta è falsa, così come la presunta

sicurezza statica. Infatti non ha

mai ottenuto l’agibilità, tant’è che è stata

necessaria un’ordinanza di evacuazione

del sindaco. Ai cittadini dobbiamo chiarezza

e lealtà e diciamo che la chiesa si

farà. Il percorso che unisce Cei, diocesi,

sacerdoti e progettisti è fatto di confronto

continuo: un costruttivo cammino,

non privo di ostacoli, che viaggia sul

binario della condivisione. Relazionare

restituzione progettuale, sistema vincolistico/

ambientale e bisogni della liturgia

non è mai semplice, se si vuole

conseguire un risultato degno della Casa

di Dio. Ogni grande progetto è nato con

tali premesse». I due architetti, poi, hanno

rimarcato che sarebbe utile conoscere

la posizione degli amministratori locali,

visto che «precedentemente non solo

hanno dato l’assenso all’intervento con

delibera di consiglio, ma hanno pubblicamente

sostenuta la nostra causa. Abbiamo

motivo di credere che nulla sia

cambiato». Infine nella stessa nota gli

architetti Rossi e Lombardi criticano

l'atteggiamento dell'avvocato Pontecorvo

che, a loro dire, in passato avrebbe

rivolto accuse ai padri della parrocchia,

all'Arcivescovo e ai progettisti, e contestano

la disponibilità dell'ingegner Migliaccio

di provvedere gratuitamente alla

redazione di un progetto di ristrutturazione

della chiesa, senza abbattimento.

«Ai cittadini -hanno concluso gli architetti

Elodia Rossi e Franco Lombardi - va

tutto il nostro apprezzamento e l’atten -

zione nel volervi consegnare un edificio

evocativo e accogliente».

G.C.

Nessun commento:

Posta un commento