Follow by Email

lunedì 25 giugno 2012

CONTROLLI DEI CARABINIERI SUL TERRITORIO:A PREVENZIONE DEI REATI


LA truffa dello specchietto

è approdata anche a Scauri.

A metterla in atto sono stati

due campani, i quali, probabilmente,

volevano farsi

pagare la giornata di villeggiatura

da due automobilisti

locali. Ma il loro tentativo

è andato a vuoto per il

pronto intervento dei carabinieri

del Nucleo Operativo

radiomobile della Compagnia

dei carabinieri di

Formia. E per truffa sono

stati denunciato un 20enne

e un 24enne di Casalnuovo

di Napoli, giunti in «missione

» a Scauri. I due denunciati,

in due circostanze

diverse, si sono avvicinati

alla macchina di due ignari

automobilisti, facendo notare

che lo specchietto laterale

della loro automobile

era stato danneggiato dallo

stesso conducente. «Con

cento euro - hanno detto

alle due vittime del raggiro

- risolviamo tutto, così evitate

di fare denuncia all'assicurazione,

col rischio di

un aumento della tariffa.

Ma i due automobilisti non

ci sono cascati ed hanno

allertato i carabinieri

comandati

dal

maggiore Pasquale

Saccone,

i quali sono

intervenuti

ed hanno denunciato

la

coppia per

truffa. Gli stessi uomini del Nor comandati

dal tenente Emanuele

Corda, inoltre hanno

denunciato un pregiudicato

di Scauri, il 32enne C.V.,

che si trova agli arresti domiciliari.

L’uomo è stato

trovato in compagnia di altri

pregiudicati. I controlli

saranno intensificati in questi

giorni, in considerazione

della massiccia affluenza di

turisti sul litorale di Marina

di Minturno e Scauri.

Altri arresti e denunce sono

stati effettuati dai carabinieri

di Castelforte e Santi

Cosma e Damiano, che nell'ultimo

fine settimana,

hanno effettuato una serie

di servizi di prevenzione. A

Santi Cosma e Damiano è

stato arrestato Andrey Celnik,

un 44enne romeno nulla

facente abitante in via

Rizzo a San Lorenzo, pizzicato

mentre stava tentando

di forzare la porta di un

appartamento di via Porto

Galeo. L'uomo, che era in

compagnia di altri due complici,

riusciti a fuggire, aveva

ancora in mano gli attrezzi

utilizzati per il furto:

una pinza, un cacciavite ed

una chiave universale. A

lanciare l'allarme sono stati

alcuni abitanti della zona,

da un po' di tempo allertati

per i furti compiuti nei giorni

precedenti nello stesso

territorio. L'altra sera sono

intervenuti i carabinieri della

stazione di Castelforte,

che hanno bloccato il romeno

che tentava di fuggire a

bordo di un ciclomotore.

Indagini sono in corso per

cercare di individuare gli

eventuali complici dello

straniero. Processato per direttissima

presso il tribunale

di Gaeta, il 44enne è stato

rimesso in libertà con l'obbligo

di firma per tre volte a

settimana. Il giudice unico

Rosanna Brancaccio ha

convalidato l'arresto, in

quanto l'avvocato dell'indagato

ha chiesto i termini a

difesa. Sempre a Santi Cosma

e Damiano, i militari

della locale stazione, hanno

denunciato per ricettazione

e possesso di arnesi da scasso,

S.C., 26enne del luogo,

in quanto nella sua abitazione

è stato rinvenuto uno

scooter rubato nell'agosto

scorso presso la stazione

ferroviaria di Formia, e una

chiave alterata atta a forzare

le serrature degli automezzi.

Gianni Ciufo

DA LATINA OGGI DEL 24.6.12

Nessun commento:

Posta un commento