Follow by Email

sabato 9 giugno 2012

RIFIUTI ABBANDONATI NELLA ZONA DI CONFINE


RIFIUTI abbandonati lungo i

margini del torrente Ausente tra

Spigno Saturnia e Santi Cosma e

Damiano, in zona San Gennaro,

proprio nei pressi dell’impianto

di depurazione gestito da Acqualatina.

Calcinacci, polveri,

addirittura un water. E ancora,

buste, bottiglie, tubi di plastica

abbandonati. E chissà se c’è altro

nascosto tra la vegetazione

fitta, ai lati sugli argini sagomati

in cemento, dell’ultimo affluente

del Garigliano. Un’altra discarica

recentemente fu bonificata

dal Comune di Spigno Saturnia

ma quando il territorio è

vasto, diventa complicato controllare

dappertutto. Specie

quando scaricare un camion di

calcinacci in campagna, piuttosto

che portarlo in discarica, diventa

economicamente fondamentale

per far sopravvivere la

propria azienda, in un periodo in

cui l’edilizia non spinge. E soprattutto

diventa difficile tenere

d’occhio le campagne verso

Santi Cosma e Damiano, frequentate

solo di giorno, dai contadini

quando vanno a lavorare

nei campi o dai tecnici di Acqualatina

diretti al depuratore. Sulle

stradine sconnesse sono trattori,

furgoncini dell’azienda privata

dell’acqua e camion che trasportano

clorito di sodio direttamente

da Anagni per la disinfezione

delle acque da microbi e batteri.

Di notte, invece, probabilmente

è l’ora dei rifiuti.

Francesco Furlan
DA LATINA OGGI DEL 9.6.12

Nessun commento:

Posta un commento