Follow by Email

venerdì 23 novembre 2012

PRIMA VIENE ESPULSO, POI....ABBANDONA L'IDV: LA STORIA DI ANTONIO FRAGASSO!







ANTONIO Fragasso abbandona definitivamente
l'Italia dei Valori, il partito
di Antonio Di Pietro coinvolto negli ultimi tempi
nella vicenda relativa all'arresto del suo leader regionale Vincenzo Maruccio. Fragasso, ex coordinatore del partito di Santi
Cosma e Damiano e Castelforte, ha ieri
inviato una nota
al presidente del
collegio nazionale del partito,
Sergio Scicchitano, al quale ha
comunicato la rinuncia ufficiale
al ricorso che
aveva presentato
per contestare la
sua espulsione
decretata dall'organo di garanzia
di primo grado.
«Un'espulsione -
ha detto Fragasso- scaturita per
volontà dell'ex
segretario regionale dell'Idv,
Vincenzo Maruccio, noto alle
cronache nazionali ed attualmente recluso. Rinuncio
al ricorso perchè, a questo
punto, non mi interessa
più rimanere nell'Italia dei
Valori, anche in considerazione dell'uscita del senatore Stefano Pedica,
mio referente». Il procedimento a carico di Fragasso era stato sospeso, in
quanto un componente
del collegio nazionale di
garanzia, Claudio Malaspina, si era dimesso per
motivi di salute. «Il collegio -ha continuato Fragasso- non ha potuto adottare
provvedimenti per mancanza del numero legale.
Tra l'altro le riunioni nelle
quali si doveva discutere il
mio ricorso non si sono
svolte per mancanza del
fascicolo in possesso del
collegio di garanzia del
Lazio. Nonostante i solleciti dell'organo nazionale,
questo fascicolo non è
m a i   s t a t o
messo a disp osi zio ne
d e l l ' orga n o
di secondo
grado. Nutro
forti dubbi
su ll 'e si st en za
del fascicolo
che riguardava il mio proce dim ent o,
visto che il
collegio nazionale il 3
ottobre scorso aveva ord i n a t o   a
quello regionale di trasmettere il
fascicolo di
primo grado,
mai pervenuto a quello di
secondo grado. Per questi motivi ed
anche in consider azione
del momento
che sta vivendo il partito ho comunicato la mia rinuncia al
ricorso e quindi la volontà
di non rimanervi più all'interno».

Nessun commento:

Posta un commento