Follow by Email

mercoledì 28 novembre 2012

AFFAIRE FRAGASSO: POLEMICA SENZA FINE!!!!!







E' polemica accesa nel sud pontino in merito alle vicende che hanno
coinvolto l'Italia dei Valori, il partito di Di Pietro nell'occhio del
ciclone dopo l'arresto dell'ex consigliere regionale Vincenzo Maruccio. Antonio Fragasso, ex coordinatore di santi Cosma e Damiano e
Castelforte, e Marco Brozzi, membro del direttivo provinciale sono
stati protagonisti di un botta e risposta, determinato dalle dichiarazioni del primo che ha annunciato la rinuncia al ricorso agli organi
nazionali in merito alla sua espulsione dal partito. Una rinuncia che
ha significato l'uscita dal partito di Di Pietro. «Ribadisco ancora una
volta -ha detto Fragasso- che il Collegio nazionale di garanzia dell'Idv
a cui mi ero rivolto, pur riunendosi due volte, non ha potuto esaminare
il mio ricorso perchè il collegio regionale non aveva trasmesso il mio
fascicolo, nonostante i solleciti. E' noto a tutti che l’ obiettivo da
colpire non ero io, bensì il segretario provinciale Enzo De Amicis, che
dopo l’espulsione dal partito di Colaiacono, Tumiatti e del sottoscritto (membri del Consiglio direttivo provinciale), poteva essere messo
in minoranza dal gruppo Brozzi. Dietro mia segnalazione, relativa
alla costituzione del Comitato Idv di Castelforte, capeggiato da
Marcellino Auriemma, e nominato dallo stesso Vincenzo Maruccio,
finalmente in data 17/11/2012, lo stesso Auriemma comunicava al
partito lo scioglimento del suddetto Comitato. Non si comprende
perché il dirigente provinciale Marco Brozzi, di detto scioglimento
non ne fa menzione». Nella sua nota Fragasso fa anche riferimento
alla diatriba giudiziaria in corso tra lui e lo stesso ex responsabile del
comitato Idv Auriemma. «Sarà l’autorità giudiziaria -ha concluso
Fragasso- a stabilire se l’Auriemma è stato da me diffamato, così
come lo stesso organo giudiziario, a seguito della mia denuncia, dovrà
stabilire se il sottoscritto è stato diffamato dall’Auriemma. Questo per
dire, che decisioni in merito a tali delicati argomenti di natura penale,
esulano dalle competenze di un partito politico».

Nessun commento:

Posta un commento