Follow by Email

domenica 21 luglio 2013

SMANTELLAMENTO DELLA CENTRALE NUCLEARE DEL GARIGLIANO: ANCHE LA REGIONE LAZIO SI DOTA DI UN TAVOLO DELLA TRASPARENZA, ORAMAI è UNA CORSA SULLE PAROLE, MA A FATTI E RISULTATI SIAMO A ZERO, SIA SUL VERSANTE CAMPANO CHE SU QUELLO LAZIALE!







Istituito tavolo della trasparenza anche nella Regione Lazio. L'annuncio è
stato dato ieri da Giovanni
Mallozzi, esponente del Comitato antinucleare Garigliano. «L'istituzione del Tavolo
della trasparenza anche nella
Regione Lazio -recita una nota del comitato- rappresenta
un traguardo cui abbiamo lavorato con insistenza da molto
tempo. Con le precedenti amministrazioni le nostre sollecitazioni erano rimaste del
tutto inascoltate; siamo lieti di
registrare un cambiamento di
rotta su tematiche così sentite
tra la nostra comunità attuato
dall'assessorato all’a mbi en te
condotto da Fabio Refrigeri
Questo strumento ci consentirà di scambiare informazioni
e ricevere risposte su molti
nodi ancora irrisolti del nucleare nel nostro territorio, come le recenti inchieste per
disastro ambientale in relazione alla presenza di zone inquinate nel sito della centrale e in
prossimità del fiume Garigliano; oppure quello sulle indagini epidemiologiche condotte finora con metodi e mezzi
del tutto insufficienti ad ottenere un quadro realistico sulle
conseguenze della presenza
dell' impianto sulla salute della nostra popolazione». Il
Consiglio regionale del Lazio,
presieduto da Daniele Leodori, ha approvato all'unanimità
una mozione che impegna la
giunta ad attivare il tavolo
della trasparenza nel Lazio.
«La mozione, che riguarda le
centrali del Garigliano e di
Borgo Sabotino, è stata firmata da Cristiana Avenali, Rosa
Giancola, Marta Bonafoni
(Per il Lazio) e da Enrico
Forte (Pd). Si tratta di siti
importanti – si legge nella
mozione – sotto il profilo ambientale ed è quindi opportuno rendere accessibili e note
alla cittadinanza le informazioni sullo stato delle bonifiche, quelle sui tempi di riprocessamento delle scorie, quelle di rientro ai siti di
produzione, così come quelle
relative ai livelli di contaminazione delle aree di localizzazione degli impianti». Il tavolo dovrà riferire sui risultati
al consiglio regionale entro il
28 febbraio 2014. L’assessore
all’ambiente Fabio Refrigeri
ha spiegato di essere d’accor -
do e di aver già pronta la
delibera per istituire il tavolo
della trasparenza.

DA LATINA OGGI DEL 19,7,13

Nessun commento:

Posta un commento