Follow by Email

sabato 18 agosto 2012

SANTI COSMA E DAMIANO: ALLARME AVVELENAMENTO CANI!





ALLARME avvelenamento cani nel Comune
di santi Cosma e Damiano. A lanciarlo è la
sezione del sud pontino della CEDA (Comitato Europeo Difesa Animali) Aurunci, attraverso la presidente Antonella Casale, che
parla di record di avvelenamenti di cani a
Ventosa e Ortali di Santi Cosma e Damiano.
«L'ultima vittima - ha detto la responsabile
dell'associazione - è una cagna da caccia, tipo
beagle, che si trova a nella frazione di Ventosa
da circa una settimana. Un randagio sicuramente abbandonato, non proprio giovanissima, ma in buone condizioni. L'altro giorno è
stata trovata morta nel campo sportivo dell'ex
edificio scolastico di Ventosa. Nei mesi precedenti si erano registrati altri episodi simili,
tanto che avevamo presentato una denuncia ai
carabinieri. Va premesso che il Ceda - ha
continuato Antonella Casale - aveva già preso
accordi con il Comune di Santi Cosma e
Damiano per provvedere, con urgenza, alla
sterilizzazione della cagna e al conseguente
affidamento. ma qualcuno ricorrendo a metodi
già sperimentati, ha provveduto in maniera
diversa.» Proprio pochi giorni fa il Comune di
Santi Cosma e Damiano, attraverso l'assessore
Carmela Cassetta e il sindaco Vincenzo Di
Siena, avevano annunciato il versamento di
oltre mille euro, diluiti in tre anni, per i
cittadini che prendevano in affidamento un
cane. «Un'iniziativa che va elogiata ed incoraggiata -ha aggiunto Antonella Casale- ma
quello che è più importante è tutelare i cani
randagi per evitare che lo sconsiderato di turno
avveleni cani senza alcun pudore. Noi continueremo la nostra battaglia, pronti a segnalare
alle forze dell'ordine ogni particolari necessario per individuare gli autori di questi gesti,
che, credo, non abbiano bisogno di definizioni.»

Nessun commento:

Posta un commento