Follow by Email

martedì 14 agosto 2012

DALLA GIUNTA POLVERINI 60 MILIONI DI EURO A SOSTEGNO DEI SERVIZI SOCIALI







Sessanta milioni di euro per
finanziare gli interventi dei
servizi sociali nel Lazio. Li
ha stanziati la Giunta regionale della presidente Renata
Polverini in
risposta alla
stretta del Governo sui tras   f   e   r   i m   e   n   t   i
statali alle Regioni.
«Ancora una
volta - dichiara la presidente Polverini -
d i mo s t r ia m o
di andare in
c on t r ot e n de n -
za rispetto alle
politiche nazionali che su
questo settore
hanno effettuato tagliconsistenti. Si
tratta di un investimento di
60 milioni di euro, sei volte
superiore rispetto all’attuale
disponibilità del Fondo nazionale per le politiche sociali, che ammonta a 10 milioni di euro da ripartire tra
tutte le Regioni. Nel complesso, parliamo di 100 milioni di trasferimenti statali
in meno quest’anno, che abbiamo colmato con grandi
sacrifici attraverso le risorse
r eg i o n a l i » .
La delibera approvata dalla
Giunta regionale pone grande attenzione sul tema della
disabilità, con oltre 34 milioni di euro «che - spiega
l’assessore regionale alle
Politiche sociali e Famiglia
Aldo Forte - rappresentano
un risultato importante da
parte della Giunta Polverini,
visto che anche per il 2012 è
stato confermato l’azzera -
mento del Fondo nazionale
sulla non autosufficienza».
Dei 34 milioni investiti sulla disabilità, 10 milioni sono
stati indirizzati per potenziare i servizi sulla non autosufficienza; 1,5 milioni
per la continuazione delle
a t t iv i t à   d e l l ’ I   s t   i t   u t   o
Sant’Alessio in favore dei
ciechi e ipovedenti del Lazio; mentre 22,8 milioni sono stati indirizzati per garantire sia il trasporto non
sanitario dei dializzati e delle persone con disabilità assistite presso i centri di riabilitazione ex articolo 26,
sia i soggiorni estivi nei quali viene assicurata la continuità assistenziale.
Altra priorità il sostegno
alla famiglia, con i 4 milioni
di euro investiti per aiutare
le famiglie affidatarie, i 2,3
milioni per potenziare i servizi sociali a livello territoriale e il milione di euro per
abbattere le tariffe degli asili
nido che integra i 14 milioni
già stanziati nel 2012.
«Questi 60 milioni - continua Forte - si aggiungono ai
193 milioni
stanziati nella
scorsa primavera. Integriamo alcuni interventi già finanziati come
gli asili nido e
i servizi sociali locali e copriamo altri
settori, come
la risocializzazione dei
detenuti, la
preve nzione
d el l’al co lismo e il contrasto alla violenza sulle
d o n n e   c h e
purtroppo sta
con osce ndo
una preoccupante escalation. La novità sta proprio
qui - sottolinea l’assessore -
questo provvedimento, infatti, rappresenta una linea
di demarcazione tra un passato fatto di finanziamenti a
pioggia agli enti locali e un
nuovo modello di intervento
che indirizza le risorse a
partire dall’analisi dei bisogni delle persone e dei territori. Un modello - conclude
Forte - che vogliamo mettere a sistema, tanto da essere
alla base della nostra riforma SOCIALE”

Nessun commento:

Posta un commento