Follow by Email

martedì 7 agosto 2012

PROGETTO "ADOTTIAMO UN CANE": CONTRIBUTI PER 1200 IN TRE ANNI DAL COMUNE!





MILLEDUECENTO euro diluiti in tre anni ai
cittadini che adotteranno un cane. L'iniziativa è del
Comune di Santi Cosma e Damiano che ha aderito
alla campagna «Aggiungi un posto in casa che c’è
un amico in più», iniziativa che offre la possibilità
di richiedere l’adozione di uno dei cani custoditi in
un canile. E' stata l'assessore all'ambiente Carmela
Cassetta che ha ufficializzato la notizia, ribadendo
che l'iniziativa è tesa a sgravare nei limiti del
possibile, le spese, ormai divenute insostenibili,
che deve affrontare il Comune per il mantenimento dei cani. «Nel contempo - ha aggiunto la
delegata della giunta guidata da Vincenzo Di
Siena - ci proponiamo di poter assicurare a questi
animali un trattamento più vivibile e certamente di
maggior civiltà rispetto al fenomeno dell'abbandono di questi animali per le strade, con grande
pericolo per i cittadini e mancanza di rispetto per
gli stessi cani». Agli affidatari, tra i quali non
potranno esserci coloro che sono stati condannati
per maltrattamento degli animali, sarà riconosciuto un contributo al mantenimento per i primi tre
anni per un importo di 500 euro il primo anno, 400
il secondo anno ed 300 il terzo anno. «Con questa
iniziativa che credo rappresenti una novità - ha
detto il sindaco di Santi Cosma e Damiano, Vincenzo Di Siena - cerchiamo di arginare il fenomeno dell'abbandono degli animali, ormai diventato
una vera e propria piaga sociale».
G.C.



Ci aspettavamo un’iniziativa a favore delle fasce più deboli della popolazione,una sorta di fondo di solidarietà alle famiglie,  invece il primo atto qualificante dell’amministrazione Di Siena-bis è stato un investimento sull’adozione dei cani, intervento a combattere il randagismo, che alle casse comunali in previsione del 2012 costerà 80.000 euro!
Forse hanno ritenuto risolto il problema delle famiglie nella prima parte dell’anno, distribuendo a go-go contributi nel periodo pre-elettorale, per indirizzare adesso  tutta la loro attenzione alla lotta al randagismo, fine nobile, ma che lascerà vuote parecchie caselle nei servizi sociali!.
Intanto dopo aver ridotto l’assistenza domiciliare  agli anziani e ai disabili nel mese di luglio, la stessa è stata sospesa nel mese di agosto, già anticipando un futuro di dubbi da settembre, e chissà a quanti altri tagli dovremo assistere nel prossimo venturo, vista la relazione dell’assessore-collega dr Antonio Ianniello, tutta imperniata sulla crisi economica che sta investendo il nostro paese!
Però, da questa iniziativa, paradossalmente si possono liberare delle risorse da destinare ai servizi sociali.
Supponiamo  che l’iniziativa di aggiungere un posto in famiglia per il cane sia stata condivisa dall’intera compagine di maggioranza, e se ciascuno di loro, compresa la folta schiera di delegati, adottasse un cane, rinunciando ovviamente al contributo comunale, solo quest’anno si libererebbero 9.500 euro, 7.600 nel 2013 e 5.700 euro nel 2014, per un risparmio complessivo di 22.800 euro per le casse comunali, e credetemi, addirittura si potrebbe potenziare il servizio di assistenza domiciliare agli anziani disabili, piuttosto che minarlo nelle sue fondamenta! E pensare che qualcuno, pur di accaparrarsi qualche voto in più, affermava in campagna elettorale che Franco Taddeo, se avesse vinto, avrebbe cancellato questo servizio!

Nessun commento:

Posta un commento