Follow by Email

giovedì 9 agosto 2012

CASTELFORTE: NOTE DEL SINDACO AL BILANCIO DI PREVISIONE







Cari Consiglieri Comunali, 
dico subito che non è stato né facile né semplice la predisposizione del bilancio di previsione 2012. I motivi sono vari e tutti insieme rappresentano una situazione del tutto nuova e difficilmente prevedibile. Prima di tutto ci siamo trovati di fronte un bilancio che era già stato utilizzato per più della metà sulla base di valutazioni frutto di una situazione economica finanziaria assolutamente diversa da quella con la quale oggi siamo chiamati a confrontarci.



Le elezioni per il rinnovo del Consiglio Comunale, infatti, avvenute nel mese di maggio 2012 hanno, di fatto, prorogato le previsioni dell'anno 2011 anche sul 2012 e, quindi, gran parte della gestione di quest'anno è stata ampiamente realizzata sulla base di una previsione che fotografava una situazione economico finanziaria assolutamente diversa.
A partire dagli ultimi mesi del 2011 lo scenario è cambiato non solo in Italia e in Europa ma in tutto il mondo occidentale. In particolare abbiamo assistito all'esplosione della crici finanziaria che ha generato drammatiche conseguenze su tutti i mercati, provocando una grave recessione a livello mondiale ed una attenzione altissima nei confronti del rischio legato ai titolo di debito e di conseguenza al volume del debito pubblico di ogni paese. Le recenti vicende legate allo spread, ai mercati, sono note a tutti.
Nel corso degli ultimi tempi il Governo ha varato alcune manovre finanziarie il cui scopo princicipale è stato quello della riduzione del disavanzo. Per fare ciò si è agito in maniera decisa sul sistema pensionistico, con tagli alle spese pubbliche e con la riduzione dei trasferimenti statali agli enti locali.
Tutto cio' ha reso particolarmente difficile predisporre il bilancio di previsione 2012 anche a causa di nuovi tagli ai trasferimenti dallo Stato, all'abolizione dell'Ici e all'introduzione dell'IMU di cui una parte deve essere versata nelle casse dello Stato. Sono stati fissati paletti all'indebitamento e all 'aumento delle tariffe per i servizi. 
A. fronte di ciò risultano evidenti le difficoltà che ogni amministratore è stato chiamato ad affrontare per assicurare limpidezza di gestione, trasparenza ed equilibrio rispetto soprattutto alla tutela delle fascie deboli della società.
Avevamo di fronte la scelta tra un drastico taglio dei servizi e una rimodulazione degli stessi con una seria e attenta azione di responsabilizzazione collettiva nella quale e della quale noi amministratori siamo i principali attori. Abbiamo iniziato ad assumere decisioni al riguardo, qualcuna anche impopolare ma necessaria; altre ne verranno ma, sempre, cercheremo di assicurare una gestione attenta, responsabile, oculata e nell'interesse della collettività. Il ruolo che ci è stato affidato è davvero importante e ne avvertiamo tutti il valore. Le difficoltà ci sono, è inutile nasconderlo, ma abbiamo il dovere di guardare avanti anche quando tutto sembra accanirsi contro, anche quando c'è da soffrire in vista di un bene maggiore.
L'importante è fare tutto questo con la coscienza libera tenendo conto che, soprattutto, i deboli vanno aiutati e sostenuti. Mi riferisco non solo ad anziani e diversamente abili ma anche alla famiglie, a chi ha perso il lavoro o sta per perderlo, ai piccoli commercianti e a quanti ogni giorno lottano per vivere. 
Prometto che queste situazioni saranno sempre presenti nella gestione amministrativa e provvederemo a rimodulare ogni spesa perchè questa sia sempre più oculata ma cercheremo di offrire opportunità per lo sviluppo e la crescita senza la quale ogni prossimo bilancio sarà sempre più difficile. Abbiamo una speranza: che la nostra voglia di essere “buoni amministratori” e la collaborazione di tutti, e dico di tutti, riesca a ridare fiato all'economia locale e a nuovi investimenti. 
Comunque, nonostante il periodo congiunturale non favorevole, l'attività finanziaria del Comune di Castelforte è proseguita regolarmente nella sua funzione gestionale, nel pieno rispetto del principio del pareggio di bilancio per cui ad ogni accertamento in entrata corrisponde una precisa previsione di spesa.
Per la redazione del bilancio, nel rispetto delle procedure fissate per Legge, con la piena collaborazione e impegno dell'intera struttura amministrativa-contabile-tecnica e della comunic azione istituzionale siamo riusciti a portare all'attenzione dei cittadini e della massima assise civica il Bilancio di Previsione 2012, il Documento di Programmazione annuale nonché il Bilancio Pluriennale relativo al triennio 2012-2014.
I punti salienti sui quali si è costruito il Bilancio di Previsione 2012, possono essere così sintetizzati:
1) E' stata stabilita l'aliquota IMU per l'abitazione principale comprensiva di una sola pertinenze allo 0,45%, mentre per il altri fabbricati siamo allo 0,98% comprese le aree fabbricabili ed allo 0,2% per i fabbricati rurali strumentali.
Abbiamo però, deciso di operare qualche aggiustamento, soprattutto per venire incontro a quelle categoria sociali come gli anziani o i disabili che sono residenti all'interno di istituti di ricovero o che risiedono presso un parente entro il 3° grado o di un affine entro il 2° grado a condizione che la stessa non sia locata: Tutto questo andrà puntualizzato meglio e in dettaglio nel Regolamento IMU, che sarà portato in discussione nel prossimo Consiglio Comunale e comunque entro la data del 30.09.2012, termine ultimo per l'approvazione.
2) E' stata rideterminata l'addizionale IRPEF dallo 0,4% allo 0,8%;
3) Sono state confermate le tariffe inerenti la tassa per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani che, tra l'altro, risultano essere tra le più basse nella provincia di Latina;
4) E' stata confermata la tariffa della mensa scolastica con percentuale di copertura a carico utente pari al 59,60 ;
5) E' stata confermata la tariffa del trasporto scolastico;
6) Sono previsti € 120.000,00 per oneri Urbanizzazione dei quali è possibile utilizzare il 50% per le spese correnti per una somma complessiva disponibile pari ad Euro 60.000,00.
E' stato effettuato un taglio alle spese di gestione mantenendo le previsioni nei limiti necessari al funzionamento ordinario dell'ente in modo da mantenere funzionanti i servizi sino ad ora offerti ai cittadini ( navetta FF.SS.,colonie estive, ecc.) e di sostenere le fasce più deboli della popolazione. 
Per quanto riguarda le spese pubbliche presenta una previsione di investimenti per l'anno 
2012 pari ad Euro 1.575.230,69 per la realizzazione dei sottoelencati interventi:

• Completamento lavori di riqualificazione di un Edificio Comunale in Via Diaz 
€ 250.000,00 contributo Regione Lazio

• Riqualificazione del centro Storico e completamento scale di accesso alla Chiesa di S. Giovanni Battista
€ 290.230,69 contributo Regione Lazio

• Sistemazione strada di collegamento prov. Le S. Lorenzo – Castelforte in loc. Tore
€ 310.000,00 contributo Provincia di Latina

• Realizzazione marciapiedi in Via De Gasperi e via Caduti di Nassirya
€ 230.000,00 contributo Provincia di Latina

• Restauro Conservativo Chiesa S. Giovanni Battista e Torre Medioevale
€ 495.000,00 contributo Presidenza del Consiglio 
dei Ministri

Sono consapevole degli sforzi che sono richiesti ai cittadini ma sono anche convinta che con la redazione di questo Bilancio di previsione l'Amministrazione Comunale ha cercato di compiere ogni sforzo al fine di garantire e mantenere tutti quei servizi comunali che rappresentano, ormai, l'ultimo baluardo per i cittadini rispetto ad una crisi economica, che continua a togliere le certezze ai lavoratori, alle famiglie e alle imprese.
Siamo, perciò, tutti chiamati ad un grande sforzo di programmazione e progettazione, ad un impegno forte nella revisione della spesa, ad una maggiore responsabilità, ad una sempre più forte azione di sostegno e incoraggiamento verso chi è in difficoltà.
Questo è il mio impegno, questo è l'impegno dell'Amministrazione Comunale, questo deve essere l'impegno di tutti perchè la solidarietà sia vera e concreta, perchè le nostre azioni quotidiane siano veramente improntate verso al bene comune.
Confido nel senso di responsabilità e nella collaborazione di tutte le forze politiche, sociali ed economiche del territorio affinche' nell'interesse della comunità tutta si possa registrare una unità di intenti e una ampia partecipazione al fine di riuscire a dare quelle risposte che i cittadini si attendono e meritano.
Ma soprattutto spero e sono sicura della collaborazione istituzionale della minoranza che seppur nella diversità e rispetto dei ruoli non si sottrarrà nell'interesse della cittadinanza tutta. Con la nomina delle Commissioni il rapporto di collaborazione sarà concretamente messo in atto.

Nessun commento:

Posta un commento