Follow by Email

venerdì 14 giugno 2013

SANTI COSMA E DAMIANO: UNA STRADA DA INTITOLARE A GUIDO MALLOZZI, UN CARABINIERE MORTO IN AFRICA NEL 1942.





UNA strada intitolata ad un carabiniere ausiliario morto a soli 22 anni
durante il secondo conflitto bellico.
Santi Cosma e Damiano, domani,
intitolerà viale del parcheggio, in
località Campomaggiore, a Guido
Mallozzi, militare dell'Arma morto
in Africa il 18 settembre del 1942
dopo le gravi ferite riportate in combattimento. Il programma prevede
l’inizio della cerimonia alle 11,15
con lo scoprimento della targa di
intitolazione al carabiniere e del cippo eretto a sua memoria, sul quale è
incisa la motivazione della Medaglia d’Argento al Valor Militare
concessa a Guido Mallozzi. A seguire la benedizione del parroco
della chiesa di Sant’Antonio da Padova, padre Giuseppe d’Agostino,
la lettura della stessa motivazione
della Medaglia, l’onore ai caduti con
la deposizione di una corona di alloro ed, infine, gli interventi del sindaco, Vincenzo Di Siena e del comandante provinciale dell’Arma dei carabinieri, colonnello Giovanni De
Chiara. Mallozzi è uno dei tanti eroi,
che hanno sacrificato la loro vita per
la Patria. Prima di morire, davanti ai
suoi commilitoni e al comandante,
espresse la sua soddisfazione per
aver potuto sacrificare la propria vita
a difesa della patria, sentimento,
questo che gli meritò la concessione
della Medaglia d’Argento al Valor
Militare alla memoria. «Guido Mallozzi -ha detto il vicesindaco e assessore alla toponomastica Vincenzo
Petruccelli- rappresenta quella generazione di giovani che fece del
nobile ideale di patria una ragione di
vita arrivando a sacrificare per essa
il bene più supremo, ossia quello
della vita. La sua figura vuole essere
il simbolo di quei molti giovani che,
arruolatisi per difendere la giustizia
e la verità, hanno trovato sulla loro
strada la morte. Attraverso di lui,
con questa occasione si vuole ricordare tutta quella generazione di ragazzi, molti dei quali forse non assurgeranno mai ad alcuna cronaca,
che si distinsero nel loro servizio per
atti di eroismo».

DA LATINA OGGI DEL 14.6.13

Nessun commento:

Posta un commento