Follow by Email

giovedì 20 giugno 2013

CRISI AMMINISTRATIVA A CASTELFORTE: FUMATA NERA!






LA crisi al Comune di Castelforte continua, nonostante i primi
tentativi di soluzione.
Nonostante una proposta
di nominare tre assessori
interni al posto degli
esterni, non sembra che ci
sia unità di intenti. L'altro
giorno, infatti, nella sede
della Provincia, a Latina,
c'è stato un vertice al quale hanno partecipato, tra
gli altri, il segretario provinciale dell'Udc Michele Forte, la collega di partito Patrizia Gaetano, sindaco di Castelforte,
l'assessore provinciale
del Pdl Enrico Tiero, il
presidente del consiglio comunale di Castelforte, Gianpiero
Forte, l'ex vicesindaco Antimo
Casale e il consigliere Vincenzo
Gagliardi. Un summit che avrebbe dovuto sbloccare la situazione, dopo la revoca delle deleghe
assessorili da parte del sindaco
Gaetano a Antimo Casale, Carmine Di Mambro e Michela Terillo. Massimo riserbo sull'esito
dell'incontro, ma pare che la fumata sia stata nera, in quanto la
proposta di nominare tre assessori interni (si parla di Gianpiero
Forte, Sandro Testa e Vincenzo
Gagliardi) non sembra aver destato grandi entusiasmi. Gianpiero Forte è colui che a volte
criticato l'operato dell'Amministrazione e un suo coinvolgimento diretto (magari con funzioni
da vicesindaco) avrebbe potuto
offrire garanzie di tenuta della
maggioranza, in considerazione
del fatto che con quattro firme di
sfiducia si tornerebbe alle urne.
Ma l'eventualità non sembra abbia fatto breccia, anche perchè,
in questo modo sarebbero gettati
a mare gli assessori esterni, che,
comunque, hanno offerto il loro
contributo alla vittoria
della coalizione. Dunque
cosa succederà ora è difficile prevederlo, ma è
chiaro che più passano i
giorni e più la situazione
rischia di precipitare. Un
aggiornamento ci sarà la
prossima settimana con
un altro incontro a livello
provinciale. Il Comune di
Castelforte, come è noto,
è privo di giunta da nove
giorni, da quando cioè il
primo cittadino Patrizia
Gaetano ha revocato le
deleghe ai tre assessori
esterni «al fine di favorire un'ampia, urgente e definitiva verifica
di maggioranza e accertare se
esistono ancora i presupposti per
proseguire nell'azione amministrativa. Va tenuto conto -affermò il sindaco nella sua nota della
settimana scorsa- che, sin dall'atto di insediamento, si sono dovute registrare delle forti anomalie
e personalistiche contraddizioni
che non hanno consentito di portare avanti il programma elettorale approvato dai cittadini”

da LATINA OGGI DEL 20.6.13

Nessun commento:

Posta un commento