Follow by Email

giovedì 13 giugno 2013

CENTRALE NUCLEARE DEL GARIGLIANO. INIZIATIVA DELL'ASSESSORE REGIONALE CAMPANO: SI DISCUTE, SI DISCUTE, SI DISCUTE, CHIACCHIERE TANTE, FATTI ZERO, ASPETTANDO L'ESITO DELL'AZIONE DELLA PROCURA DELLA REPUBBLICA.





TORNA a riunirsi il Tavolo della trasparenza convocato dall'assessore regionale della Campania, Romano, per gli
aggiornamenti relativi allo
smantellamento e alle indagini ambientali effettuati nell'ex centrale del Garigliano.
E' stato il comitato antinucleare del Garigliano
che, in una nota, ha annunciato la convocazione del
quinto tavolo della trasparenza previsto per il 18
giugno prossimo alle dieci
a Napoli.
«La Sogin, l'Ispra e l'Arpa- si legge in una nota del
comitato- in quella occasione porteranno le nuove
informazioni riguardanti
lo smantellamento della ex
centrale nucleare del Garigliano e le indagini ambientali effettuate.
Una convocazione che
giunge a circa un mese
dalla richiesta presentata
all'assessore regionale
Giovanni Romano dallo
stesso comitato rappresentato da Massimo Penitenti
e dal gruppo civico San
Castrese, guidato da Giuseppe Pietrantuono. In
quella circostanza le due
organizzazioni chiesero la
convocazione per avere informazioni sui risultati
delle indagini avviate dalla Procura della Repubblica di santa Maria Capua
Vetere in relazione all'ipotesi di reato di disastro
ambientale, presunte irregolarità in materia di sicurezza nucleare e informazioni sulle indagini ambientali effettuate. Il
comitato antinucleare,
inoltre, ha annunciato la
partecipazione al forum di
associazioni che ha organizzato una manifestazione di protesta per i presunti
scarichi illegali sotto al
manto stradale dell'Appia
al km. 160 in territorio di
Sessa Aurunca. Tali scarichi hanno portato Legambiente di Sessa Aurunca a
denunciare il fatto alla
Procura della Repubblica
di S. Maria Capua Vetere,
da questa denuncia nasce
il sequestro dei 400 metri
di Appia in oggetto, con il
ripristino del vecchio tratto di Appia che da pochissimo tempo era stato sostituito dal nuovo. Una manifestazione organizzata per
il 22 giugno alle 15, alla
quale parteciperà anche il
circolo Sel "Antonio
Gramsci" di Minturno, che
ha dato la sua adesione
attraverso il responsabile
Giuseppe D'Acunto. «Rispettiamo -ha detto D'Acunto- l’indicazione degli
organizzatori di evitare la
presenza partitica ma, sentendoci totalmente coinvolti, per nostra stessa natura, dalle problematiche
in questione, invitiamo
tutti i nostri aderenti e
simpatizzanti e tutti i cittadini a partecipare pur senza vessilli».

Da LATINA OGGI DEL 13.6.13

Nessun commento:

Posta un commento