Follow by Email

domenica 16 giugno 2013

CASTELFORTE: I TERMALISTI, PER BOCCA DEL LORO PRESIDENTE, ATTACCANO L'AMMINISTRAZIONE (COME AL SOLITO)






PIOVE sul bagnato a Castelforte, dove oltre alla crisi che ha
investito il Comune, l'Amministrazione del sindaco Patrizia
Gaetano è stata «ripresa» duramente dal presidente dell'associazione termalisti di Suio, Mario Ciorra, che accusa il Governo locale di non rispondere da
anni alle sue sollecitazioni.
«Perfino Equitalia -ha detto
Ciorra- si è vista costretta a
bacchettare il Comune di Castelforte, stanca di ricevere accuse che attribuisce maggiormente allo stesso. Nelle persone del dott. Angelucci, direttore
della sede di Latina, del dott.
Cortellessa, della sede regionale, e della signora Grassi, responsabile del carico, nei giorni
scorsi si è recata nella sede
comunale, previo appuntamento, per sollecitare rimborsi di
oltre un centinaio di migliaia di
euro a favore degli alberghi
Nuova Suio e Ciorra. L’usuale,
assurda, scusa avanzata da anni
–che ne qualifica, comunque
ancor di più l’insufficiente caratura di capacità e responsabilità- è stata quella di non conoscere se abbia ricevuto o meno
i relativi importi. Siccome
Equitalia ha commesso l’errore
di aver riscosso più volte gli
stessi importi, allo stesso titolo
ed annualità, e di averli, comunque, sempre prontamente rimessi al Comune, scopo dell’
incontro era, per l’appunto,
quello dei chiarimenti del caso.
Ebbene, l’unica risposta, malgrado i ripetutissimi e pluriannosi chiarimenti forniti dagli
alberghi interessati, è stata
quella di dover interpellare il
proprio legale. In un assetto
normativo in cui sono state attribuite funzioni (con relative
retribuzioni) di autonomia -ha
proseguito il massimo esponente dei termalisti- nel Comune di
Castelforte manca, quindi, un
funzionario che sappia di dover
dare attuazione alle sentenze
passate in giudicato. Come
manca qualcuno che conosca il
dovere di osservare precise ed
inequivocabili disposizioni di
legge. Il vero problema è, in
vero, quello di dover in conseguenza applicarle anche nei
confronti di coloro che non osano ribellarsi e continuano a pagare quanto non dovuto. E’ ve -
ro che siamo in un paese medievale, ma non posso sopportare
che si agisca nei confronti degli
albergatori di Suio Terme come
se fossero, sia pur anacronistici,
vassalli». Pesanti accuse rivolte
all'Amministrazione guidata
dal sindaco Patrizia Gaetano,
che essendo assente sino a lunedì ed avendo revocato tutte le
deleghe assessorili, ha incaricato il consigliere Angelo Felice
Pompeo, vice-presidente del
consiglio comunale, a svolgere
i compiti da primo cittadino.

DA LATINA OGGI DEL 15.6.13

Nessun commento:

Posta un commento