Follow by Email

giovedì 6 giugno 2013

CASTELFORTE:IN CRISI UN'INTERA COMUNITA', SECONDO VINCENZO COVIELLO!





«PERSO il territorio, perse le scuole,
quasi persa la caserma dei carabinieri,
perse le Terme di Suio, persi i finanziamenti, strade sporche, con negozi che
ogni giorno chiudono, con la disoccupazione allarmante, adesso il primo problema diventa come trasferire il comando
dei vigili urbani da Castelforte a Santi
Cosma e Damiano».
Vincenzo Coviello, leader dei Cristiano
Popolari di Castelforte, bacchetta l'Amministrazione comunale, sottolineando
le "finte guerre" tra personaggi che lui
definisce "il gatto e la volpe", che paralizzano il paese. «Finte guerre -ha continuato l'ex consigliere comunale Coviello- che hanno ridotto sindaco e giunta a
semda sempre, si son ben guardati dal partecipare all'approvazione del consuntivo e
stanno costruendo falsi problemi per buttare fumo negli occhi. Io, da ex consigliere comunale, avevo sempre sottolineato
la superficialità dei lavori nella chiesa di
S.Rocco, aveva anche avvisato quattro
mesi fa il sindaco Patrizia Gaetano che
un cittadino, dall'alto della sua casa,
notava come la copertura della chiesa era
diventata una piscina e una discarica di
materiali edili; orecchie da mercante da
parte di tutti. Adesso invece tutti pronti e
svegli per un problema che invece andava
risolto tre anni fa. Adesso altri soldi spesi
per risolvere un problema noto da anni».
Le iniziative sollecitate nei giorni scorsi, per Vincenzo Coviello,
non sono che
un altro piano
messo in atto
per buttare fumo negli occhi
e disintegrare
fi nal men te
l' aut onom ia
del nostro Comune. Accuse
pesanti, alle
quali Coviello
aggiunge che
nessuno di
questi politici
si accorge di
come la costruzione della
piazza e dei
nuovi uffici
comunali avvenga con scavi, al centro del
paese, su una
strada trafficata, senza alcun rispetto della sicurezza e sempre di sera. Ma le
norme -ha concluso l'esponente dei Cristiano Popolari, che anche il Pd dopo il
letargo voglia affidarsi ai giovani- valgono solo per i cittadini e non per la
pubblica amministrazione?

DA LATINA OGGI DEL 5.6.13

Nessun commento:

Posta un commento