Follow by Email

domenica 27 gennaio 2013

SANTI COSMA E DAMIANO: L'AMMINISTRAZIONE GIà AUMENTA IL COSTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI (CHE OVVIAMENTE IL CITTADINO SARà CHIAMATO A PAGARE)!







L'Azienda C.S.A. di Castelforte, venuta alla ribalta qualche giorno fa per essere stata inserita nel piano di emergenza dei rifiuti della provincia di Roma, ha ricevuto l'affidamento del servizio di trasporto e smaltimento/recupero dei rifiuti urbani misti, biodegradabili e spazzatura stradale del Comune di Santi Cosma e Damiano sino al 31 marzo prossimo. Lo ha stabilito la giunta  comunale che aveva interpellato, con una indagine di mercato, le aziende Refecta di Cisterna, R.I.D.A. di Aprilia, C.S.A. di Castelforte, Kyklos di Nettuno e Fatone di Latina, per lo smaltimento/recupero del rifiuto indifferenziato, umido e spazzatura stradale. Due sole le offerte pervenute dall'azienda Fatone dalla C.S.A.; la prima ha presentato le seguenti tariffe: Smaltimento/recupero rifiuto indifferenziato 0,180 kg oltre Iva, 0,200 oltre Iva per l'umido e 0,220 oltre l'Iva per la spazzatura stradale. La C.S.A., invece ha presentato un'offerta di 0,130/kg al netto delle imposte e tasse ed è rimasta invariata rispetto al 2011; per l'indifferenziato l'offerta della C.S.A. è stata di 0,105 euro /kg oltre l'Iva e di 0,135/kg oltre l'Iva per l'umido. Un'offerta vantaggiosa per il Comune, considerando che nel 2012 sono stati conferiti alla C.S.A. (che gestiva il servizio) una quantità di rifiuti che ha visto una spesa complessiva di 118.426,04, Iva compresa, che per il 2013 è stato preventivato in oltre 211mila euro. Con le nuove tariffe, dovute all'aumento dei costi i trasporto e gestione, la spesa per il corrente anno si è incrementata di 18.660,00 euro.

Nessun commento:

Posta un commento