Follow by Email

martedì 29 gennaio 2013

FORTE-TESTA: TANDEM PER UN NUOVO GRUPPO CONSILIARE A CASTELFORTE, CHE ADESSO DIVENTA DETERMINANTE PER LA GESTIONE DELL'ATTIVITà AMMINISTRATIVA.








GIANPIERO Forte, attuale presidente del consiglio ed ex sindaco di
Castelforte, ha costituito un gruppo
autonomo insieme all'altro consigliere di maggioranza Alessandro
Testa, che è il capogruppo. La decisione assunta da Forte, depositata
ieri mattina in comune, giunge a
pochi giorni dalla sua autosospensione-uscita dall'Udc, partito che ora
all'interno del consiglio comunale
ha perso una pedina. Infatti la Vela,
subito dopo le elezioni, poteva contare su quattro unità: lo stesso Forte,
il sindaco Patrizia Gaetano, Angelo
Felice Pompeo e Alessio Fusco. Ora
gli esponenti dell'Udc sono tre,
mentre Vincenzo Gagliardi è un
esponente del Pdl, schieramento che
è stato di riferimento anche per
Alessandro Testa, ora capogruppo
del nuovo gruppo autonomo insieme a Gianpiero Forte. All'opposizione poi figurano i due consiglieri
Paolo Ciorra e Giancarlo Cardillo.
Dunque mutano gli equilibri all'interno del consesso civico di Castelforte e non sono esclusi colpi di
scena. Infatti sia Testa che Forte
fanno parte a tutti gli effetti della
maggioranza, ma bisognerà vedere
se il sindaco Gaetano adotterà dei
provvedimenti nei confronti del suo
presidente del consiglio Gianpiero
Forte, che può contare anche su un
assessore (Michela Terillo), nominata in quota Udc. Una partita a
scacchi, con mosse e contromosse che potrebbero far
chiudere prima del tempo la
legislatura. Bisognerà vedere
quali saranno gli sviluppi, anche in considerazione dei rapporti non proprio idilliaci esistenti tra Gianpiero Forte e il
sindaco. Del resto le avvisaglie c'erano già state nei mesi
scorsi, con le critiche mosse
da Forte a Patrizia Gaetano e
con frizioni poi ricomposte
dai «pompieri» di turno. Ma il
fuoco ha continuato a covare sotto la
cenere e certi episodi che si sono
verificati successivamente non hanno fatto altro che rendere ancora più
aspro il rapporto. Ed ora che succederà? Difficile dirlo, ma è chiaro che
proprio nel periodo della campagna elettorale
non ci dovrebbero essere novità. Dopo il 25
febbraio potrebbero arrivare le novità. Di certo c'è che la situazione
attuale ha reso meno
stabile la posizione del
sindaco, che, secondo
qualche voce non confermata, non avrebbe
problemi ad affrontare
un nuovo giudizio degli
elettori. Staremo a vedere.

Nessun commento:

Posta un commento