Follow by Email

venerdì 4 gennaio 2013

CASTELFORTE: IL CONSIGLIO SI FA COMMISSIONE PER VIGILARE SULLA CENTRALE DEL GARIGLIANO!






IL Comune di Castelforte ha
istituito una commissione
consiliare che si occuperà di
esaminare le problematiche
connesse all'esistenza dell'impianto nucleare del Garigliano.
Una comm i   s s   i o   n e
che è composta da tutto il consiglio comun a l e   e
dall'assesso -
re all'ambiente locale
Michela Terillo. In particolare sia il
sindaco Patrizia Gaetano,
che il presidente del consiglio comunale Gianpiero
Forte e il capogruppo di
minoranza Paolo Ciorra
hanno evidenziato la necessità di una sempre più attenta vigilanza su quanto sta
avvenendo concordando
sulla necessità di mantenere
accesi i riflettori attivando
ogni utile iniziativa. Questa
via, a parere unanime, rappresenta, infatti, la strada
migliore per cercare di tutelare al massimo la salute dei
cittadini rispetto ad ogni
eventuale rischio derivante
da ciò che ancora c'è nel sito
del Garigliano e anche rispetto alle operazioni di decommissionig che la Sogin
ha in programma di dover
eseguire. Il presidente del
consiglio Gianpiero Forte,
in prima linea in questa battaglia, ha illustrato in maniera tecnica le richieste di
delucidazione inviate alla
Sogin e che saranno oggetto
di un'interrogazione che sarà presentata dall'onorevole
Pedica. L'iniziativa di Forte
è nata dopo l'apertura di
un'inchiesta da parte della
Procura di Santa Maria Capua Vetere che, come è noto,
ha incaricato la Guardia di
finanza di effettuare una serie di controlli e prelievi.
Nel corso del consiglio comunale, trasmesso in diretta
audio e video sul canale
comunale streaming disponibile sul sito internet istituzionale, è stato approvato
anche il piano di zonizzazione acustica del territorio comunale e l'intitolazione della piazza ubicata nei pressi
della chiesa di San Giovanni
Battista, a tutti gli emigranti
di Castelforte. Una proposta
presentata dal sindaco Patrizia Gaetano (che ha anche
confermato che provvederà
a rimettere mano alla toponomastica), che è stata accolta dai consiglieri della
maggioranza.
L'opposizione, pur concordando sull'iniziativa ha rappresentato l'esigenza che
sull'argomento sarebbe stato
meglio convocare una specifica commissione consiliare
n e l   c o r s o
della quale
e sa m in ar e
anche tutte
le altre proposte giacenti agli atti del Comune in modo
da portare in
consiglio un
p   r   o v   v e   d   imento complessivo. Ma la maggioranza, sottolineando che l'intit o l a z i o n e   r i g u a r d ava
un'ampia categoria, ha confermato la votazione della
proposta, alla quale non ha
partecipato la minoranza,
che è uscita dall'aula.

Nessun commento:

Posta un commento