Follow by Email

venerdì 8 marzo 2013

TANTO PER CAMBIARE: emergenza idrica nel sud pontino!








SONO trascorsi soltanto
dodici giorni dall'ultimo
avviso di torbidità dell'acqua proveniente dalle sorgenti del sud pontino, che
il fenomeno si è di nuovo
ripresentato, con grande
disappunto da parte dei
cittadini residenti tra i
Comuni di Gaeta e Castelforte, costretti ad acquistare acqua imbottigliata. Insomma, ad ogni
scroscione abbondante di
acqua ci si ritrova sempre
nella medesima situazione di criticità. Con grande
disagio da parte dei cittadini che pur sono costretti
a pagare le salatissime
bollette all’azienda gestore.
Dopo gli avvisi del 23
febbraio scorso da parte
della società Acqualatina,
ieri la stessa che gestisce
il servizio ha informato di
nuovo i Comuni interessati e gli utenti che, «a
causa delle forti piogge, si
stanno verificando dei fenomeni di
torb idità
presso la
centrale di
Cap odac qua
di Spigno
Saturnia e di
M a zz o c co l o
a Formia».
Dunque Acqualatina
consiglia gli utenti dei
Comuni di Gaeta, Formia, Spigno Saturnia,
Minturno, Castelforte e
Santi Cosma e Damiano,
riforniti dalle due sorgenti
«intorbidite» ad utilizzare
il prezioso liquido a soli
fini igienico-sanitari.
Chi vuole bere acqua del
rubinetto non può farlo,
ma deve recarsi negli
esercizi commerciali per
acquistare quella imbottigliata.
E' anche vero che Acqualatina ha informato gli
utenti che sono state effettuate manovre per contenere e ridurre il fenomeno, che, però, si ripresenta
ad ogni precipitazione abbondante, senza che si
prospetti un piano per risolvere in maniera definitiva una situazione che
non è certo piacevole per
chi, specie in questo periodo di crisi, deve sborsare altro denaro per acquistare bottiglie d'acqua.
L'unica speranza non è
quella di vedere qualche
minima riduzione nelle
bollette che arriveranno
per i disagi provocati agli
utenti, ma attendere con
fiducia la fine della pioggia. Insomma, una situazione insostenibile, resa
peggiore dal fatto che
quando arriverà l'estate ed
anche qui i cittadini sperano che non sia la volta
del fenomeno della siccità e si ripeta quanto avvenuto l'anno scorso. L'augurio è che non si continui solo a sperare, ma che
si ponga definitivamente
la parola fine a questi
fenomeni. O bisogna sperare in «un Grillo» anche
per risolvere questo annoso problema?
Da LATINA OGGI DELL’8.3.13

Nessun commento:

Posta un commento