Follow by Email

sabato 16 marzo 2013

PER MESI AVEVANO TERRORIZZATO IL SUD PONTINO : ARRESTATA LA BANDA DEGLI SCIPPATORI!






PER mesi hanno messo a
segno scippi a bordo di uno
scooter in varie cittadine del
sudpontino seminando il
panico tra gli anziani, le loro
vittime. I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Formia hanno eseguito quattro
ordini di custodia cautelare
nei confronti di quella che
ormai era ritenuta la banda
degli scippi. I militari, coordinati dal comandante, il
maggiore Pasquale Saccone, dopo una lunga ed articolata indagine sono arrivati
ad identificare i quattro ragazzi poco più che ventenni.
E ieri mattina hanno eseguito le 4 ordinanze di custodia
cautelare in carcere per il
reato di furto aggravato con
strappo nei confronti di:
C.A., classe 92, R.A., classe
92; S.G., classe 92; I.M.,
classe 91.
A firmare
i quattro
prov vedimenti il
giu dice
per le indagini preliminari di
L a t in a ,
Mara Mattioli, che
ha accolto
le tesi inves ti ga tive
del sostituto procu rato re
della Repu bbli ca
di Latina
tito lare
delle indagini , Eleonora Tortora, e dei
ca ra bin ie ri
del Nor,
sono tutti ragazzi di Mondragone. Due sono stati presi nelle loro abitazioni men
tre altri due sono stati rintracciati in Toscana, nella
città di Poggibonsi, in provincia di Siena. Si trovavano qui dove avevano trovato
lavoro e ci sarebbero rimasti
per un periodo di sei mesi.
Gli arrestati secondo quanto ricostruito dai militari
dell'Arma tra il settembre e
l'ottobre 2012 si sono resi
responsabili di ben 13 scippi ai danni di persone anziane, nei comuni di Castelforte, Santi Cosma e Damiano,
Minturno e Formia. I colpi
venivano commessi tutti
con lo stesso modus operandi: con il volto parzialmente
travisato si avvicinavano alle vittime a bordo di uno
scooter, con la banale scusa
di chiedere un’informazio -
ne entravano in azione. Subito dopo avere chiesto l’in -
formazione approfittavano
del momento di distrazione
della vittima e con una mossa fulminea sottraevano la
borsa o la collana dal collo.
In alcuni casi le vittime sono rimaste ferite. Inoltre i
furti sono tutti stati commessi in orari nel tardo pomeriggio quando la poca
luce aiutava i malviventi nel
loro disegno criminoso.
Tutti infatti sono stati commessi dopo le 17. Uno degli
arrestati, C.A., venne già
fermato in ottobre dai militari del Nor, insieme ad un
complice finiti in manette
per il reato di resistenza a
pubblico ufficiale e danneggiamento ad automezzo militare. In quell'occasione
C.A. venne riconosciuto da
alcune vittime quale l'autore
di tre scippi consumati nelle
due settimane precedenti.
Agli altri tre soggetti i militari sono giunti con individuazioni fotografiche da
parte delle vittime, che li
hanno subito riconosciuti.
A ciò sono seguiti accertamenti tecnici dei militari
che hanno raccolto ulteriori
prove a carico degli arrestati. I ragazzi ora sono ristretti
nelle case circondariali di
Latina e Siena, a disposizione dell’Autorità giudiziaria
che li ascolterà nelle prossime ore.

Nessun commento:

Posta un commento