Follow by Email

giovedì 30 maggio 2013

DA GAETA UNA PROPOSTA PER RILANCIARE IL TURISMO NEL COMPRENSORIO.






La nascita del Distretto Turistico e Balneare "Le Città del Golfo di Gaeta e Isole pontine ", sulla base della Legge
106/2011, come strumento di rilancio e riqualificazione, su scala nazionale ed internazionale, del settore turistico del comprensorio.
Negli intenti dell'Amministrazione Comunale di Gaeta, diretta dal Sindaco Cosmo Mitrano, un 'occasione da non perdere per
le cittadine costiere del Golfo e le isole pontine, in linea con le iniziative comprensoriali gi à intraprese. A tale scopo il Sindaco Mitrano
ha convocato, presso la Casa Comunale, il giorno 6 giugno 2013, alle ore 11, un vertice istituzionale ad hoc. Invitati i Primi Cittadini
di Formia, Minturno, Castelforte, SS. Cosma e Damiano, Spigno Saturnia, Itri, Ponza, Ventotene.
Partecipazione estesa anche agli Enti e alle associazioni di categoria: Camera di Commercio, Confindustria di Latina, CNA Latina,
Confesercenti Latina , Confcommercio Ascom Gaeta, Confcommercio Formia, Confartigianato O.A.S.I. SIB Gaeta, Assobalneari
Gaeta, Associazione Albergatori Gaeta, Consorzio Noleggiatori, Cooperativa S. Agostino, Faita Federcamping Lazio, Consormare del
Golfo, Gaeta Dinamica, Proloco Città di Gaeta, Associazione Caboto, Associazione Ristoratori Gaeta.
Obiettivo: avviare tutti gli atti necessari per l _istituzione del Distretto Turistico e Balneare _Le Citt à del Golfo di Gaeta e Isole
pontine _, un'iniziativa sostenuta nel territorio dal Consigliere Regionale PDL Giuseppe Simeone che, rivestendo un ruolo di
coordinamento, sta seguendo in modo capillare l _intero percorso di realizzazione, definito dalla normativa vigente.
Per il Sindaco Mitrano  è assolutamente necessario cogliere le opportunità, offerte dalla Legge, nell'ottica di una sinergia
comprensoriale sicuramente vincente nel processo di ripresa economica del Golfo. Opportunità in termini di sviluppo delle aree e dei
settori del Distretto, di miglioramento dell _efficienza nell _organizzazione e nella produzione dei servizi, di garanzie e certezze
giuridiche per le imprese che vi operano. In particolare si segnalano le possibilità di investimento, accesso al credito, semplificazione
e celerità nei rapporti con le pubbliche amministrazioni. La creazione del Distretto, inoltre, permetterebbe di non disperdere il lavoro
sinora svolto ed il bagaglio di esperienze che i Comuni hanno maturato, in questi anni, sul fronte dello sviluppo integrato del Golfo di
Gaeta. Mi riferisco agli interessanti interventi integrati di programmazione e valorizzazione del territorio promossi dai Comuni del Sud
Pontino .
Due le principali iniziative di politica comprensoriale che hanno gi à visto protagoniste le Città del Golfo e le Isole Pontine:
- la predisposizione ed approvazione, in data 26 maggio 2011, del Master Plan Le Città del Golfo e Isole Pontine che è stato il
risultato dei lavori avviati con il Protocollo d _intesa sottoscritto in data 16 aprile 2009 tra i Comuni del Golfo di Gaeta (Formia,
Gaeta, Minturno, SS. Cosma e Damiano, Castelforte, Itri, Spigno Saturnia, Ponza e Ventotene) e la XVII Comunità Montana. A tale
Master Plan hanno aderito i seguenti enti: ACQUALATINA S.p.A, Autorità Portuale di Civitavecchia-Fiumicino-Gaeta, Consorzio di
Bonifica SUD PONTINO, Consorzio Industriale SUD PONTINO, Parco Regionale Monti Aurunci, Parco Regionale Riviera di Ulisse e
Societ à Terme di Suio S.p.A. Infine, hanno partecipato, nella qualit à di partner del progetto, il Ministero delle Infrastrutture e
Trasporti e l _Amministrazione Provinciale di Latina;
- la predisposizione ed approvazione, in data 22 settembre 2011, dello Studio per la Promozione e Realizzazione di un sistema
turistico locale nell 'area delle Citt à del Golfo e delle Isole Pontine _ che è stato il risultato dei lavori avviati con il Protocollo
d _intesa sottoscritto in data 18 febbraio 2009 tra i Comuni del Golfo di Gaeta (Formia, Gaeta, Minturno, SS. Cosma e Damiano,
Castelforte, Itri, Spigno Saturnia, Ponza e Ventotene). A seguito dello studio è stato individuato ed approvato il marchio d _area
unitario che ha consentito ai comuni promotori di partecipare in forma aggregata ad eventi e fiere internazionali.
_Si tratta adesso di compiere un ulteriore passo _ incalza il Sindaco Mitrano - perch é la sinergia innescata possa determinare
benefici rilevanti per l _economia turistica e del mare dell _intero comprensorio, con positive reazioni a catena in tutti gli ambiti
produttivi. Ottenere il riconoscimento del Distretto Turistico e Balneare produrrebbe, infatti, notevoli vantaggi per le imprese del settore
turistico del Golfo. A tali imprese, costituite in rete attraverso il Distretto, si applicano per esempio le disposizioni agevolative in materia
amministrativa, finanziaria e fiscale. I Distretti sono Zone a burocrazia zero. Nei Distretti sono attivati gli Sportelli Unici di
Coordinamento delle attività delle Agenzie fiscali e dell'INPS. Presso tali sportelli le imprese del distretto intrattengono rapporti per la
risoluzione di qualunque questione di competenza propria di tali enti e possono presentare richieste e istanze, anche rivolte a qualsiasi
altra amministrazione statale, nonché ricevere i provvedimenti conclusivi dei relativi procedimenti _.
Motivazioni forti spingono, dunque, l 'Amministrazione Mitrano a promuovere questa iniziativa, sollecitando un veloce avvio del
relativo iter, in considerazione dei tempi stretti per la sua realizzazione: il 30 giugno 2013 scade il termine entro il quale la

delimitazione dei Distretti deve essere effettuata.

Nessun commento:

Posta un commento