Follow by Email

mercoledì 8 maggio 2013

CASTELFORTE: LE DEBOLEZZE DELL'ESECUTIVO PENALIZZANO L'INTERA COMUNITA'! ANCHE IL RUOLO DELLA MINORANZA è MORTIFICATO, IN QUANTO CI SI OPPONE AL NULLA. LE PROTESTE DI CIORRA E CARDILLO








Ad un anno dalle elezioni è sotto gli occhi di tutti l'immobilismo della maggioranza, anzi la sua inesistenza! 
Ieri 6 maggio una pseudo-maggioranza, "dilaniata" dalla sue beghe interne, in un consiglio che si è potuto svolgere solo per il senso di responsabilità della minoranza, ha approvato il bilancio consuntivo 2012 assolutamente non veritiero.
Cosa deve fare la minoranza se non restare allibita da questa gestione della cosa pubblica?
Ricorrere subito alla Procura delle Corte dei Conti per denunciare lo stato dei residui attivi insussistenti e certamente non esigibili, mantenuti solo per garantire l'avanzo di amministrazione, il saldo di cassa ove risultano "spariti" per anticipazioni varie di cassa circa 1.200.000 Euro destinati dal 2007 alle opere di sicurezza del costone di Suio, i debiti fuori bilancio provenienti sia da sentenze esecutive mai portate in Consiglio Comunale per espropri sia dai versamenti per la chiusura del contratto Swap, il contratto con l'avvocato del Comune sottoscritto non leggendo neppure le raccomandazioni della Corte dei Conti, i mutui ormai saldati e le opere mai realizzate (vedi strada Palombara), le cauzioni fidejussorie non incassate per lavori abbandonati da parte delle imprese vincitrici, la gestione di un cantiere lavoro con fondi comunali, senza alcuna certezza di stabilizzazione dei pochi lavoratori rimasti.
Un degrado amministrativo e contabile con un bilancio ormai chiaramente "in dissesto", al quale si aggiunge un degrado ambientale che soprattutto danneggia l'immagine del paese; tutto merito di questa maggioranza "inutile" che si trova a governare il nostro paese.
I commercianti, quei pochi che ancora sopravvivono, sono veramente allibiti e si trovano ad accogliere i clienti , soprattutto nelle ultime due giornate di festa, il 26 aprile e il 2 maggio , tra cumuli di rifiuti, con la raccolta differenziata ancora senza alcun regolamento e con controlli affidati a personale comunale, dalla mattina alla sera, "comandato" a svolgere funzioni improprie in barba a leggi e regolamenti.
Per non parlare di sgradevoli episodi che hanno visto coinvolti cittadini.
Insomma una maggioranza, divisa su tutto ma unita solo nell'alzare le tasse e approvare l'aumento delle tariffe imposte da Acqua Latina, atteggiamento che ancora una volta dimostra la sovranità limitata di questa amministrazione piegata al volere dei suoi capi provinciali.
Abbiamo con forza richiamato l'inerzia del sindaco e della sua maggioranza nei confronti di Acqua Latina in vista della prossima stagione nella quale è realistico aspettarsi gli stessi disservizi di quella passata visto che nulla è stato fatto per evitarli se non aumentare le tariffe (anche retroattivamente) con il consenso del nostro sindaco che non perde occasione di manifestare il suo apprezzamento per l'operato di questo Ente anziché mettersi alla testa di un movimento di protesta popolare contro i disservizi e anche per l'indennizzo che dovrebbe dare ai cittadini per il mancato approvvigionamento idrico, d'estate per carenza delle sorgenti e d'inverno per la torbidità provocata dal loro stato.
Abbiamo ricordato la nostra proposta di modifica delle aliquote IMU imposte dalla maggioranza che andava nella direzione di sgravare le fasce più deboli.
Il tutto inutilmente!
Una maggioranza che pensa solo a mettere nuovi balzelli e (sensi unici, nuovi parcheggi con strisce blu, nuove tariffe), che grazie al suo immobilismo sta facendo sprofondare il nostro paese in un baratro dal quale difficilmente potrà uscire.
07.05.2013
Gruppo consiliare "Insieme per Castelforte"
Giancarlo Cardillo - Paolo Ciorra

Nessun commento:

Posta un commento