Follow by Email

sabato 10 settembre 2011

Del Balzo, “Finanziamenti e nuovi bandi a disposizione degli agricoltori del Lazio”

Roma - “Gli agricoltori del Lazio potranno partecipare ai nuovi bandi approvati dalla giunta Polverini e le imprese agricole beneficeranno dei provvedimenti appena promossi per rilanciare l’agricoltura e il turismo enogastronomico della nostra Regione. Su proposta dell’assessore all’Agricoltura, Birindelli, sono stati indetti 10 nuovi bandi e stanziati oltre 60 milioni grazie ai quali la Regione finanzierà progetti di sostegno alla plurifunzionalità delle aziende agricole, alle produzioni artigianali, alle fonti rinnovabili e all'offerta agrituristica”. Lo afferma in una nota stampa il consigliere regionale Pdl Romolo Del Balzo.

“Oltre sei milioni di euro sono dedicati alla riapertura dei bandi per la viabilità rurale; bandi, questi, decisivi dal punto di vista paesaggistico e turistico per il territorio regionale e i borghi del Lazio. In tal modo si favorirà il turismo agricolo-enogastronomico della Regione. Quindici milioni, invece, sono destinati alle imprese di trasformazione e commercializzazione dei prodotti agricoli per favorire la creazione di filiere laziali che, indubbiamente, porteranno benefici agli agricoltori. Misure fondamentali per l’incremento del settore – precisa – sono state attivate anche a favore di quelle attività integrative concretizzabili nelle aziende, come le fattorie sociali e didattiche e gli agriturismo.
Nei mesi scorsi, per combattere la batteriosi del kiwi e il cinipede del castagno che abbattevano l’agro pontino e l’agricoltura locale, la Regione aveva erogato cospicui finanziamenti e si era impegnata per trovare soluzioni alle problematiche che affliggono il settore agrozotecnico e boschivo della provincia di Latina. Grazie all’istituzione di questi nuovi aiuti economici – conclude Del Balzo – gli operatori del settore avranno 90 giorni di tempo dalla pubblicazione dei bandi per poter beneficiare dell’opportunità di rinnovamento e rilancio delle aziende e delle produzioni artigianali”.

Nessun commento:

Posta un commento