Follow by Email

sabato 20 agosto 2011

amministrative a CASTELFORTE: FIBRILLAZIONE NELL'UDC


ESPLODE violenta la polemica all'interno dell'Udc di Castelforte, dopo il botta e risposta dell'ex sindaco Pasquale Fusco e dell'attuale Gianpiero Forte. Ieri, dopo la replica di Forte a Fusco, che difendeva la propria coalizione e il suo vicesindaco Cardillo, sono scesi in campo il segretario del partito il capogruppo di maggioranza e il responsabile del'Idv Antonio Fragasso. Il segretario dell'Udc, Gianfranco Salerno, nel chiedersi chi fa parte dello «zoccolo duro» della maggioranza e da chi è composta la coalizione, ribadisce che le trattative politiche le deve fare il segretario politico del partito. «Non si può parlare di una maggioranza del sindaco - ha detto Salerno - e le esternazioni di Pasquale Fusco hanno colto nel segno. A lui va dato atto di aver saputo porre all'attenzione del partito questioni di rilievo che riguardano la guida di Castelforte che deve restare nella mani dell'Udc, che ha uomini e donne di esperienza. Non avevo dubbi che Forte nella sua attività politica facesse riferimento ad Aldo Forte dell'Udc. Giancarlo Cardillo non ha mai smentito incontri con esponenti del Pd tendenti a costituire una maggioranza diversa da quella attuale, cosa che non hanno fatto quei consiglieri del Pdl che hanno rivendicato la carica di sindaco». Angelo Felice Pompeo, capogruppo di maggioranza e papabile alla carica di sindaco insieme a Patrizia Gaetano, dal canto, suo rimarca che è deleterio rinviare un problema, in quanto i tempi sono maturi perchè si affronti la questione. Secca la dichiarazione del responsabile dell'Idv locale, Antonio Fragasso, che invita   a l l a chiarezza nel più brev e   tempo p o s s i   b i l e , ma va diritto al nocciolo del problema, affermando ciò che nessuno dice. «La differenza di posizione tra Fusco e Forte - ha detto Fragasso - è la scelta del futuro sindaco. Per Forte l'indicazione sarebbe Pietro Di Paola, attuale dirigente dell'Udc (e cognato dello stesso Forte n.d.r.),  cosa che non è condivisa da gran partito e dalle altre forze politiche, quale ad esempio la mia»
GIANNI CIUFO: DA LATINA OGGI DEL 20.8.11


DOCUMENTI DELL’UDC DI CASTELFORTE
Dalla primavera scorsa ne è passata di acqua sotto i ponti. In questi mesi, infatti, la stampa ha dato informazione di incontri vari tra assessori ed esponenti dell'attuale maggioranza con frange della minoranza. E non basta, c'è stato anche un documento con il quale un consistente gruppo di consiglieri che si riconoscono nel Pdl rivendicano la carica di Sindaco. Mi chiedo, allora, di quale "zoccolo duro" parla il sindaco e da chi è composta effettivamente quella che l'attuale primo cittadino chiama "la mia coalizione". Purtroppo, la storia tende a ripetersi. Al fine di evitare quanto è accaduto la volta scorsa è bene che le cose siano messe in chiaro subito. Giancarlo Cardillo, infatti, non ha mai smentito gli incontri recenti con esponenti del PD tendenti a costituire una maggioranza diversa da quella attuale e lo stesso, come ho appena detto, non hanno fatto quei consiglieri Pdl che hanno rivendicato la carica di Sindaco. Quindi, le esternazione di Pasquale Fusco, componente del comitato provinciale dell'Udc, colgono nel segno e ripropongono con la giusta forza temi e problematiche che vanno affrontate adesso. E' anche bene chiarire che non si può parlare di una maggioranza del sindaco. Qui occorre ragionare in termini politici e allora chi si assume l'onore di portare avanti le trattative e gli incontri è e deve essere il partito e l'Udc, infatti, ha un proprio segretario politico che è investito di questa precisa responsabilità. Ringrazio, perciò, Pasquale Fusco a cui va dato pubblicamente atto di aver saputo porre all'attenzione del partito questioni di rilievo e che riguardano la guida della città aurunca. Una guida che deve continuare a restare saldamente nelle mani dell'Udc che può contare su uomini e donne di esperienza chiamati a ridare smalto e vigore all'azione politica e amministrativa per il bene del paese. Ancora una notazione, non avevo dubbi che il sindaco Gianpiero Forte nella sua attività politica facesse riferimento ad Aldo Forte dell'Udc.


DICHIARAZIONE DEL CAPOGRUPPO DI MAGGIORANZA ANGELO FELICE POMPEO
Nel dibattito in corso interviene anche il capogruppo di maggioranza Angelo Felice Pompeo sottolineando che è inutile e deleterio continuare a rinviare il problema del futuro, ormai prossimo, del rinnovo dell'amministrazione comunale. I tempi sono maturi perché ogni questione vada affrontata. Bene ha fatto Pasquale Fusco a chiedere chiarezza a quanti finora sono stati compagni di viaggio. Ma dopo la presa di posizione di una fetta consistente del Pdl e le dichiarazioni sulla stampa non smentite da Cardillo un po' di chiarezza è veramente necessaria. 
Non vorremmo che ci si stesse comportando come lo struzzo che mette la testa sotto la sabbia e diceva di non vedere nulla. I problemi vanno affrontati e risolti.

IL SEGRETARIO UDC
Gianfranco SALERNO

DICHIARAZIONE DI ANTONIO FRAGASSO

Sono stato facile profeta quando ho detto che il problema del futuro amministrativo di Castelforte si gioca all'interno dell'UDC. E' giunto il momento di fare la dovuta chiarezza perchè chi ha tempo non aspetti tempo. Invito, pertanto, ancora una volta i componenti dell'Udc a prendere le dovute decisioni evitando sterili querelle che non aiutano la soluzione dei problemi. Però è bene dire la verità. Il vero problema e tutti lo sanno e nessuno lo dice è che la differenza di posizione tra Fusco e Forte al di la di tutto è che Gianpiero Forte indica alla carica di prossimo primo cittadino l'attuale dirigente dell'ufficio tecnico cosa che non è condivisa dalla gran parte di quel partito e delle altre forze politiche quale ad esempio la mia.

Nessun commento:

Posta un commento