Follow by Email

sabato 20 ottobre 2012

SANTI COSMA E DAMIANO: I GENITORI SI LAMENTANO DELLA BATOSTA DEI COSTI DELLA MENSA SCOLASTICA!









LA gestione della
mensa comunale è
diventata una delle
questioni più «gettonate» a Santi Cosma e Damiano,
dove diversi genitori hanno sottoscritto una petizione inviata al sindaco Vincenzo Di
Siena, all'assessore
al ramo e al dirigente scolastico.
Nella nota i genitori chiedono l'avvio
di un tavolo di confronto (e non di
scontro) per trovare una soluzione
equa e proporzionale. Nel mirino
dei sottoscrittori
della petizione c'è
il servizio mensa scolastica
(ancora non avviata), il cui
costo avrebbe subito un incremento ingiustificato e
mancante di proporzionalità
tra costo e reddito. Nel documento i genitori sottolineano
la notevole incidenza che la
fruizione del servizio avrà
sui bilanci familiari, già pesantemente colpiti dalle tasse decise dal Governo nazionale. «Il costo del servizio
mensa - recita la nota - ha
comportato forti malumori
tanto che siamo intenzionati
a dare tutela alle nostre ragioni, facendo prevalere il
buon senso e il rispetto dei
principi costituzionali, quale
lo studio e la dignità sociale,
rispetto al pareggio di bilancio o meglio ‘far cassa’ con
ogni mezzo». Il tavolo di
confronto, secondo i firmatari della petizione, riguarderebbe le modalità di aiuto
concreto alle famiglie in difficoltà, la regolamentazione
del servizio mensa scolastico offerto, per tutelare
il diritto alla salute, la determinazione di un menu
sano ed equilibrato per la crescita
dei ragazzi con
tracciabilità alle
pietanze distribuite, nonché della
distribuzione dell'acqua durante i
pasti. Inoltre gli
stesi genitori
chiedono la determinazione della
tariffa di servizio
equa e proporzionale alla capacità
contributiva effettiva delle singole
famiglie, visto
che molti genitori subito dopo l'estate hanno avuto l'amara sorpresa di aver perso il
lavoro. La questione mensa
non riguarda solo Santi Cosma e Damiano, ma anche
Minturno, dove i genitori
hanno sollevato richieste
inerenti qualità del cibo e
costi.

Nessun commento:

Posta un commento