Follow by Email

sabato 6 ottobre 2012

PRESUNTA VIOLENZA AI DANNI DI UN TURISTA A CASTELFORTE.






UN turista romano di 58 anni in
cerca di «emozioni» è stato denunciato dai carabinieri di Castelforte per simulazione di reato
e procurato allarme. L’uomo, in
«cura termale» a Suio, si era
inventato una presunta violenza
sessuale da parte di
quattro sconosciuti,
che, a suo dire, lo
avrebbero sottoposto a
sevizie con un oggetto
di gomma, che poi non
sarebbe stato più capace di rimuovere dall’in -
terno del suo corpo. Un
racconto che non stava
in piedi, nonostante il
protagonista della vicenda avesse affermato
che il tutto sarebbe avvenuto nel parcheggio
dello stesso albergo termale. I carabinieri, ovviamente,
non hanno creduto sin da subito
ad una storia che presentava non
poche lacune. E così hanno atteso che i medici dell’ospedale
rimuovessero il «corpo estraneo» che si trovava nel corpo del
58enne, per sottoporlo ad interrogatorio. Gli inquirenti, in poco
tempo, hanno accertato che si
trattava di una simulazione, provocata dalle giustificazioni che
l’uomo avrebbe dovuto dare per
quell’oggetto non proprio a portata di mano di tutti, che è stato
rimosso dai medici del nosocomio formiano. Un gioco erotico
autonomo finito male con tanto
di intervento medico e denuncia
all’Autorità Giudiziaria. Purtroppo non è l’unico caso, in
quanto in passato nei vari pronto
soccorso del sud pontino, ci sono
stati interventi per rimuovere
bottigliette

DA LATINA OGGI DEL 6.10.12

Nessun commento:

Posta un commento