Follow by Email

giovedì 26 luglio 2012

INAUGURAZIONE DELLA CASERMA DELLA GUARDIA DI FINANZA A GAETA: INTITOLATA AD ANTONIO AMBROSELLI


Si svolgerà oggi 26 luglio, alla presenza del  Comandante Interregionale per l’Italia Centrale della Guardia di Finanza Generale Corpo di Armata  Marcello Gentili, la cerimonia di inaugurazione della nuova caserma della Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Gaeta.
All’evento prendono parte il Comandante Regionale Lazio della Guardia di Finanza Generale D. Filippo Ritondale, il Colonnello Virgilio Giusti, Comandante del Reparto Operativo Aeronavale della Guardia di Finanza di Civitavecchia ed il Comandante Provinciale della Guardia di Finanza di Latina il Colonnello Paolo Kalenda.
Presenti anche MariaCapocci, madrina dell’evento e nuora del decorato Finanziere Antonio Ambroselli a cui è intitolata la caserma, l’Arcivescovo di Gaeta, Monsignor Fabio Bernardo d’Onorio De Meo, in rappresentanza del Presidente dell’Autorità Portuale di Civitavecchia-Fiumicino-Gaeta, il Segretario Generale Giuseppe Guacci, il Presidente della VI Commissione Finanze della Camera Deputati, Onorevole Gianfranco Conte il Prefetto di Latina Antonio D’Acunto ed il Presidente della Provincia di Latina Armando Cusani, i Sindaci dei Comuni di Gaeta, Cosimo Mitrano e di Formia, Senatore Michele Forte.
Il Reparto Navale, la cui nuova sede viene oggi inaugurata, è posto alle dipendenze della Stazione Navale della Guardia di Finanza di Civitavecchia.
Il trasferimento del Reparto, avvenuto nell’interno dell’area portuale in prossimità degli Uffici dell’Agenzia delle Dogane ha permesso di acquisire  una sede più idonea all’attività del reparto navale,  impegnato nell’attività di polizia economico-finanziaria lungo il litorale pontino, nelle acque  dell’arcipelago pontino e nella fascia di mare internazionale ad esse adiacenti.
Nel corso della cerimonia  la nuova caserma  sarà intitolata al Finanziere Antonio Ambroselli, nato a Santi Cosma e Damiano (LT) il 12 marzo 1915,  arruolatisi nel Corpo nel 1935.
Dal 1943 al1944, aRoma, il militare, durante il periodo di occupazione nazifascista, consapevole dei rischi che correva, favorì la fuga di numerosi prigionieri militari e civili dal “Campo Breda” di Torre Gaia e dallo scalo ferroviario di Roma Tiburtina, dove prestava servizio di polizia nell’ambito del “Comando Guardia di Finanza per il Servizio di Polizia della Città Aperta di Roma”.
Per gli atti compiuti l’eroe è stato decorato conla Medagliadi Bronzo al Merito Civile con la seguente motivazione:
“Durante il periodo di occupazione nazifascista si adoperò, pur consapevole dei rischi che correva, a favore di numerosi prigionieri civili e militari favorendone la fuga dallo scalo ferroviario di Roma Tiburtina e dal “Campo Breda”. Chiaro esempio di umana solidarietà ed elette virtù civiche. 1943/1945 – Roma”.

Nessun commento:

Posta un commento